La Juve si prende il mercato


Lewandoski e Milinkovic-Savic in cima alla lista di Allegri (che contende Verratti allo United)


ROMA. È una Juventus che lavora su mille fronti quella che vuole essere regina anche del calciomercato. Così, mentre avanza l’ipotesi LEWANDOWSKI per l’attacco nel caso che HIGUAIN parta, ci sarebbe stato un ritorno di fiamma anche per VERRATTI. Non è facile portare via il centrocampista al Psg, ma la dirigenza bianconera vorrebbe provarci, anche se, secondo quanto scrivono in Inghilterra, dove si dà per certo l’arrivo di BLANC sulla panchina del Chelsea, i campioni d’Italia dovranno fare attenzione al Manchester United, pronto a mettere sul piatto 75 milioni di euro per l’ex Pescara.

La Juve poi segue sempre la pista di MILINKOVIC SAVIC, pronta ad andare sul giocatore se il presidente laziale Lotito abbasserà la pretese. Stesso discorso con il Milan per ROMAGNOLI.

Intanto la Roma continua a lavorare per portare nella capitale i due attaccanti esterni KLUIVERT jr dell’Ajax (c’è la concorrenza del Tottenham) e BERARDI del Sassuolo, mentre in uscita per ALISSON (il Real Madrid insiste per averlo) nessuna decisione dovrebbe essere presa prima della fine dei Mondiali: il giocatore, impegnato con la Selecao, vuole rimanere tranquillo.

Continua l’asse di mercato con il Torino, perché i giallorossi avrebbero messo nel mirino BASELLI e BARRECA: il problema è che il presidente granata Cairo per il primo avrebbe chiesto 20 milioni, valutazione ritenuta eccessiva dalla controparte. Su CRISTANTE non ci sono novità, il suo arrivo dovrebbe essere cosa fatta: “Cristante se ne va? Probabile”, ha detto il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi a margine dell’evento Camminata nerazzurra. Bisogna solo capire se i bergamaschi accetteranno DEFREL come contropartita tecnica: il problema è l’ingaggio dell’ex del Sassuolo, troppo alto per i parametri atalantini.

Intanto è allarme per LORENZO PELLEGRINI: vorrebbe rimanere alla Roma, dove è cresciuto, ma ha chiesto garanzie di titolarità a Di Francesco. Altrimenti potrebbe accettare la corte della Juve, pronta a pagare la clausola rescissoria. L’altermativa al romanista è TIELEMANS del Mo- naco. A Trigoria si pensa anche a NAIGGOLAN, perché l’Evergrande Guangzhou di Fabio Cannavaro è pronto a offrirgli un contratto da 12 milioni a stagione.

Per il genoano LA- XALT è in atto un derby capitolino, visto che il giocatore è attenzionato anche dalla Lazio. Detto che il Napoli ha in mano VERDI, potrebbe riprendersi MAKSIMOVIC (ad Ancelotti non dispiace) e continua la ricerca di un portiere (LENO è sempre la prima scelta), si è mossa anche l’Inter che sta cercando di stringere con il Sassuolo per POLITANO. Affare non semplice per la valutazione dell’ala (25-30 milioni), ma l’Inter è convinta di farcela.

All’estero piacciono sempre MARLOS dello Shakthar e MALCOM del Bordeaux. Sogna la Milano rossonera con FALCAO del Monaco, nome che gira per l’attacco mentre KALINIC dovrebbe andare in Cina.

Al Milan piace anche RUBEN DIAS, difensore centrale del Benfica. Per CHIESA la Fiorentina ha respinto i 40 milioni più EL SHAARAWY proposti dalla Roma, poi ha detto no anche al Napoli che aveva offerto 50 milioni più ROG. Ma per il talento viola, che ha firmato fino al 2022 con un ingaggio intorno ai 2 milioni, ci sono anche alcune big inglesi.

E in Premier League dovrebbe finire MASINA del Bologna, perché è a un passo dal Watford, che avrebbe bruciato la concorrenza della Lazio mettendo sul piatto 10 milioni di euro. A Sassuolo si vorrebbe riscattare LEMOS dal Las Palmas, ma l’ad Carnevali non vuole pagare più di 4 milioni. Così si fa avanti l’idea BARBA dello Sporting Gijon. Dalla Roma, per Berardi, potrebbero arrivare i giovani ANTONUCCI e LUCA PELLEGRINI. Nel- la trattativa con la Lazio per ACERBI potrebbe arrivare CATALDI come contropartita tecnica. Per la panchina è in pole position DE ZERBI, che da Benevento vorrebbe portarsi dietro BRIGNOLA.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA