• Redazione

La Lazio riprende a volare

ARCHIVIATO IL DERBY, TRAVOLTA LA SPAL: DOPPIETTE DI IMMOBILE E CAICEDO



CIRO IMMOBILE non si ferma più e trascina la Lazio sempre più in alto. Con una doppietta contro la Spal, il capocannoniere della serie A risponde subito a Cristiano Ronaldo, porta il suo bottino stagionale a 25 centri e ispira il collega di reparto Caicedo, anche lui due volte a segno nel 5-1 agli estensi. Soprattutto, pungola i compagni nella strada verso la vetta, che non è poi tanto lontana. Il recupero di mercoledì col Verona sarà la sfida chiave di un trittico settimanale forse decisivo per le aspirazioni dei biancocelesti, ma le basi poste ieri sono più che solide. La squadra di Simone Inzaghi ha impiegato meno di un tempo per annichilire una Spal che è stata finora una delle sole due formazioni ad averla battuta, mostrando all’Olimpico una straordinaria condizione e facendo dimenticare presto le incertezze del derby e la piccola delusione per il mancato arrivo di Giroud. Se sabato il tecnico piacentino aveva espresso qualche timore per le tante assenze ed espresso qualche timida perplessità per un mercato all’insegna dell’avvedutezza, la risposta avuta ieri dovrebbe averlo tranquillizzato.

Dimenticate le titubanze del derby, e assistito al crollo dei cugini col Sassuolo, i biancocelesti hanno pensato bene di dare subito l’assalto alla Spal. Con tante defezioni in tutti i reparti e complice qualche errore difensivo di troppo, la squadra ospite ha presto capitolato. Già al 3' Immobile, tutto solo sulla sinistra dell’area piccola, ha messo in rete un assist di testa di Lulic su angolo di Luis Alberto. La Spal non ha rinunciato a giocare, cominciando però a scoprirsi e al 16' è arrivato il raddoppio, con Caicedo altrettanto solo pronto a mettere in rete il pallone respinto dal palo dopo un tiro di Lazzari, uno dei laziali più scatenati. Immobile, in stato di grazia, al 29' ha fatto un piccolo capolavoro per la rete del 3-0, vincendo con un prezioso pallonetto un duello personale col portiere ospite Berisha, che sembrava aver disinnescato una sua incursione sulla destra. Il poker è arrivato al 38', frutto di un assist dello stesso Immobile per Caicedo che non ha sbagliato il tocco finale dopo aver colpito una traversa poco prima con un colpo di testa. Nella ripresa, Inzaghi ha sostituito Caicedo dando spazio ad Adekanye, che ha presto imitato i colleghi di reparto battendo per la quinta volta Berisha al 13', accendendo ancor di più l’entusiasmo dell’Olimpico laziale. A parziale premio per la grande tenacia, Missiroli ha messo a segno una rete al 20' per la Spal, che resta ultima insieme con il Brescia a quota 15 punti e ha davanti sempre memo tempo per raddrizzare la stagione. Tempo che invece la Lazio, senza più impegni in Europa e Coppa Italia, può usare per sognare.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA