La promessa di De Laurentiis



NAPOLI/IL PRESIDENTE PRONTO A REGALARE AD ANCELOTTI UN “VERO BOMBER”

NAPOLI. Settimana di pausa per il campionato, ma il Napoli non si ferma, Giuntoli e De Laurentiis sono impegnati tra rinnovi e trattative di mercato. Il presidente partenopeo ha fatto una promessa ad Ancelotti, entro l'estate comprerà un vero bomber, un grande numero 9 che possa catalizzare in quanti più goal possibili il gioco del tecnico azzurro. Sul banco al momento ci sono tre nomi. In pole c'è Edinson Cavani, è lui il grande sogno dei tifosi e dello stesso Ancelotti che lo richiese già ai tempi del PSG. Il Matador è in rottura con i francesi ed un suo possibile sbarco all'ombra del Vesuvio non è da ritenersi impossibile. I suoi figlioletti ed il San Paolo lo aspettano a braccia aperte. Il secondo nome è Mariano Diaz, attaccante del Real Madrid, che Giuntoli ha seguito con attenzione lo scorso anno: tecnica, fisico ed un'età piuttosto giovane. Il terzo è Piatek, il formidabile del Genoa ha colpito non poco De Laurentiis che circa tre settimane fa ha contatto personalmente Preziosi per richiedere informazioni, al momento la prima offerta di 20 milioni più Younes è stata respinta. Intanto i ventuno giocatori già impiegati da Carlo Ancelotti presto potrebbero diventare ventiquattro. La sosta per le nazionali, che ha costretto il tecnico a lavorare in questi giorni con appena dieci elementi, permette di focalizzare l'attenzione sui giocatori da recuperare per averli a disposizione per il prossimo tour de force, stavolta decisivo almeno per quanto riguarda il girone di Champions. Ancelotti potrà subito lanciare il recuperato Si- mone Verdi, protagonista ieri con una doppietta nella partita in famiglia, e nei prossimi giorni recupererà Sebastiano Luperto, pedina importante in alternativa a Mario Rui ma a tutti gli effetti quarto centrale dopo l'infortunio di Chiriches. Le notizie più importanti arrivano però dagli infortunati di lungo corso. Nella partita di venerdì a Castel Volturno è andato a segno anche Amin Younes, in discrete condizioni dopo il recupero dalla rottura del tendine d'Achille rimediata a giugno, prima di iniziare la preparazione con gli azzurri. Esterno che ama partire da sinistra per poter rientrare, il classe '93 - appena due anni fa nella top11 dell'Europa League e fino all'anno scorso nel giro della nazionale tedesca - verrà inserito gradualmente e potrebbe rappresen- tare - inizialmente a gara in corsa - un'altra arma per Ancelotti. Stesso discorso per Alex Meret: il classe '97, pagato 25mln in estate, ad inizio settimana ha avuto rassicurazioni definitive su una possibile infiammazione alla spalla e da tempo ha superato lo sfortunato infortunio al terzo medio dell'ulna sinistra, subito in uno scontro con un Primavera l'11 luglio, ovvero nel secondo giorno di ritiro a Dimaro, e che portò il Napoli a cautelarsi sul mercato con un altro numero uno. Ora può alzare l'intensità degli allenamenti e dopo la sosta Ancelotti dovrà gestire tre portieri. Faouzi Ghoulam è invece fermo da più di un anno per l'infortunio al crociato e quello seguente alla rotula, ma anche lui potrà gradualmente essere inserito: è tra i convocati già dalla sfida di Parigi ed alla prima occasione in un finale di gara potrebbe essere buttato nella mischia per riprendere confidenza col campo. Ancelotti s'è espresso più volte sul suo recupero, fondamentale per il resto della stagione, considerando che al momento dell'infortunio l'algerino era tra i migliori interpreti del suo ruolo ed al centro dell'interesse delle big europee.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA