La rinascita di Cutrone

U21/DOPPIETTA DELL’EX MILANISTA CONTRO L’ISLANDA E GLI AZZURRINI VEDONO L’EUROPEO



FERRARA. Il giorno dopo il successo-record della Nazionale di Mancini in Bosnia, l'Under 21 di Paolo Nicolato pur in emergenza ha confermato a Ferrara il buon momento del pallone azzurro, con un importante e netto successo per 3-0 sull'Islanda nelle qualificazioni a Euro 2021. Novanta minuti di ottimo livello hanno prodotto le reti di Riccardo Sottil nel primo tempo e la doppietta di Patrick Cutrone nella ripresa, ma soprattutto tre punti che significano sorpasso sugli islandesi e secondo posto in classifica a dieci punti, dietro la capolista Irlanda a tredici che ha giocato due gare in più. "Devo fare i complimenti ai ragazzi - ha commentato il tecnico Nicolato a fine gara - perché questa vittoria l'hanno voluta e se la sono meritata. Molti sono quasi esordienti, altri giocano pochissimo nei club. Non hanno mai mollato, abbiamo corso qualche rischio, ma giocato anche un ottimo secondo tempo. Abbiamo messo un altro mattoncino e dobbiamo proseguire su questa strada. Martedì ci aspetta una partita difficile con l'Armenia perché oggi abbiamo speso molte energie. Dobbiamo cercare di recuperare in fretta". Tra infortuni e giocatori passati in Nazionale A, Nicolato aveva gli uomi- ni contati ma ha confermato il modulo 4-3-3 con Del Prato e Sala esterni, Gabbia e Ranieri coppia centrale, a centro-campo Maggiore, Carraro e il capitano Locatelli; in attacco non c'è Scamacca, goleador contro l'Armenia seduto in panchina, ma il trio Sottil, Pinamonti, Cutrone. L'Islanda, molto fisica e bene organizzata, ha cercato di colpire in contropiede, cogliendo anche un palo al 16'. Poco dopo la mezz'ora è arrivata la rete di Sottil: ricevuta palla, Cutrone ha servito al centro dell'area Pinamonti che di destra ha allungata per Sottil, pronto a segnare di destro. Nella ripresa, forte del vantaggio, l'Under è andata subito vicinissima al raddoppio ma Cutrone ha sbagliato la mira da ottima posizione. L'attaccante si è rifatto nel finale. All'39', sfruttando un'ottima giocata di Sala e Scamacca e al 45' con una bella giocata personale.