La Roma riparte da Smalling

MERCATO/Anche El Shaarawy pronto a tornare a Trigoria. I giocatori del Milan dalla parte di Pioli



ROMA. I tifosi si aggrappano alle voci di mercato per stemperare la crisi di astinenza da calcio ed esorcizzare l'attesa per il ritorno all'attività agonistica. Fra voci (tante) e certezze (assai poche), ci si muove con circospezione, navigando a vista con la consapevolezza che nulla sarà come prima. A partire dal dorato mondo del calcio. La Roma, fra una conference-call e una voce sul passaggio di consegne al vertice del club - che ha subito una brusca frenata causa pandemia - prova a disegnare il proprio futuro. L'allenatore Paulo Fonseca detta la linea, il ds Petrachi cerca di muoversi con grande agilità. Le certezze si chiamano Zaniolo e Lorenzo Pellegrini, una delle poche mezzeali 3.0, ma anche Smalling, sul quale il tecnico chiede garanzie per la riconferma prima di discuterne il riscatto con il Manchester United. Non è un mistero che Stefan El Shaarawy voglia lasciare il 'buen ritiro' dorato in Cina, perché sente nostalgia di Trigoria. L'addio di Callejon al Napoli, con il passare dei giorni, diventa un'ipotesi sempre più concreta. Il club partenopeo, per sostituire lo spagnolo, è sulle tracce - fra gli altri - di Milot Rashica, kosovaro del Werder Brema, che sarebbe gradito a Gattuso. Dovrebbero salutare il Vesuvio anche Koulibaly, Allan, Milik e Fabian Ruiz, per il quale il Real Madrid vuole stringere i tempi. De Laurentiis, però, in cambio del cartellino del giovane centrocampista spagnolo chiederà 60 milioni, non un euro di meno. La Lazio, che ha già depositato i rinnovi contrattuali di Lulic e Parolo, potrebbe cedere in prestito il terzo portiere Guerrieri e rinunciare al difensore Luiz Felipe, nel caso in cui uno dei club al quale è stato accostato - Barcellona e Bayern Monaco su tutti - presentassero un'offerta irrinunciabile. Anche Jorge Silva dovrebbe andare in prestito. Il Torino è pronto a puntare su Giacomo Bonaventura, in scadenza con il Milan. Il giocatore potrebbe ricoprire un ruolo di appoggio agli attaccanti, ma giocare anche come esterno di centrocampo. Le certezze per il club granata si chiamano Sirigu e Belotti: la rinascita partirebbe da loro. In crescita nel Milan le quotazioni di Pioli per la panchina, se non altro perché la squadra sarebbe con lui. Il Barcellona continua a rimanere sulle tracce di Rapha- el Guerreiro del Borussia Dortmund, scelto nelle intenzioni per sostituire in futuro il fluidificante Jordi Alba. Restando all'este- ro, l'ex milanista Thiago Silva, da anni ormai pilastro difensivo del PSG e in scadenza di contratto, ha ammesso che gradirebbe a fine stagione un ritorno in Brasile, per chiudere la carriera nel Fluminense, dove ha giocato fra il 2006 e il 2008.