La Serie A prende forma

ANALISI DELLE 20 PROTAGONISTE. OGGI LE 4 FAVORITE, DOMANI LE ALTRE 16



ROMA. A 20 giorni dal via la serie A è in ebollizione. Le squadre sono da tempo al lavoro, ma i due mesi di mercato prolungano le trattative, salvo quelle con la Premier che parte tra una settimana. Se i numeri in gioco non sono quelli inglesi e spagnoli, quest'anno i mo- vimenti sono già innumerevoli e le squadra stanno assumendo una fisionomia precisa. La Juve si è gettata a capofitto nelle trattative governando il mercato e cambiando molto. Il Napoli è quasi pronto ed è molto competitivo. L'Inter aspetta le punte, come la Roma, ma Conte è più preoccupato di Fonseca. Il Milan ha attuato una rivoluzione dagli esiti incerti, anche se il 'timbrò di Maldini e Boban rassicura i tifosi. L'Atalanta esordisce in Champions avendo mantenuto i suoi gioielli, la Lazio è competitiva e ha il solo dubbio Milinkovic Savic, si attende un'ulteriore crescita del Toro di Mazzarri. Per il resto c'è curiosità per la nuova Fiorentina di Comisso mentre, tra le outsider, il Cagliari si è ben finanziato con la cessione di Barella. Ha venduto molto il Sassuolo, sono due incognite Udinese e Sampdoria, affascina l'attacco del Parma, si è rafforzato il Bologna ma pesa la malattia di Mihajlovic, il Genoa sembra attrezzato meglio del passato recente. Nella lotta salvezza, oltre alle neo promosse, potrebbero essere coinvolte Spal e Sassuolo. Tante le novità in panchina, soprattutto tra le big: tornano Sarri e Conte, cambiano Giampaolo e Di Francesco, c'è l'esordio di Fonseca.

Tra i movimenti di mercato c'è attesa per la risoluzione del balletto delle punte tra Dzeko, Higuain e Icardi mentre la Juve prova a chiudere due operazioni complicate, Lukaku-Dybala e Cancelo-Danilo. Tanti i giovani italiani su cui le squadra puntano: da Sensi a Barella, da Mancini a Zaniolo, da Tonali a Pinamonti. C'è però anche il contro-esodo, con Kean e Cutrone costretti a fare le valigie. Ma il fascino dei nuovi assetti è più forte della preoccupazione di tante zone d'ombra. C'è ancora un mese per recuperare.