La Viola apre e vince

SERIE A/Il campionato 2020-2021 riparte con un gol di Castrovilli che ispirato da Chiesa consente alla Fiorentina di superare il Torino



FIRENZE. La Fiorentina inaugura la stagione come aveva concluso l'ultima: con una vittoria per 1-0 firmata dal suo nuovo numero 10, Gaetano Castrovilli. Per Giampaolo, al debutto alla guida del Torino davanti al presidente Cairo, un esordio amaro: la sua squadra è partita meglio dei viola ma nella ripresa è calata vistosamente nonostante gli interventi super di Sirigu. Fiorentina e Torino si sono presentate con poche novità: tra i viola da registrare il debutto di Giacomo Bonaventura, il ritorno di Biraghi e Ribéry capitano al posto dell'acciaccato Pezzella (dentro Ceccherini); tra i granata l'esordio del tecnico Giampaolo e quello in campo di Linetty mentre l'ultimo acquisto Murru ha iniziato dalla panchina. Per il resto le due squadre si sono presentate con gli stessi organici della passata stagione, Iachini (privo di Pulgar e Amrabat) con il 3-5-2 con Chiesa esterno, Duncan alla regia e Kouamé in attacco preferito a Cutrone e Vlahovic, Giampaolo con il tandem offensivo Zaza-Belotti e Berenguer a sostegno. Fiorentina e Torino hanno iniziato a ritmi bassi per il caldo e la condizione fisica non ancora ottimale, ma da qualche accelerata sono nate alcune interessanti occasioni-gol neutralizzate prima da Dragowski (su Berenguer) poi da Sirigu protagonista con un intervento prodigioso sul colpo di testa di Kouamé già in agguato in un paio di altre circostanze. Meglio nel palleggio e nei movimenti nella prima parte del match la squadra granata anche se Belotti pur dando vita ad un duello acceso con Milenkovic non è mai arrivato davvero al tiro. Più pericolosa la Fiorentina che si è vista annullare per fuorigioco una rete di Biraghi, fra i migliori, a inizio ripresa poi col passare dei minuti ha messo all'angolo i granata visibilmente calati. Il passaggio sbagliato di Zaza per Belotti che era solo davanti a Dragowski ha finito per costare caro al Toro perché di lì a poco la Fiorentina ha messo a frutto i continui assalti fino a passare meritatamente con il suo nuovo numero 10, Castrovilli, innescato perfettamente da Chiesa. I granata hanno accusato il colpo, Giampaolo ha effettuato tutti i cinque cambi ma l'unica cosa ottenuta è stato il gol bello ma irregolare di Belotti in pieno recupero. La squadra viola applaudita dal suo presidente Commisso, dopo aver salutato anche il ritorno di Borja Valero, ha continuato ad attaccare impegnando ancora il portiere granata Sirigu.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA