Lavoro/Boom di domande per il sussidio di disoccupazione



INPS: ad agosto +8,5%. In otto mesi +149.365 contratti stabili in più

ROMA. Le ore autorizzate di cassa integrazione crollano e le domande di disoccupazione aumentano: gli Osservatori dell'Inps pubblicati ieri descrivono un mercato del lavoro ad agosto in difficoltà anche se i segnali complessivi dei primi 8 mesi dell'anno appaiono positivi. Tra gennaio ed agosto l'Inps segnala per i datori di lavoro privati una variazione netta per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato positiva per 149.565 unità nonostante il passo falso di agosto (-7.145 contratti fissi) ed un saldo positivo complessivo per i contratti di 885.748 unità (nonostante il passo indietro ad agosto per 167.016 rapporti). Per la cassa integrazione si segnala un calo del 44,2% delle ore autorizzate a settembre rispetto a un anno prima e una riduzione del 38,7% nei primi nove mesi rispetto allo stesso periodo di un anno prima con appena 162 milioni di ore di cassa (negli anni di crisi econo- mica più profonda nell'intero anno si è superato il miliardo di ore). Ma il calo della cassa non è legato solo alla ripresa economica ma anche alla stretta sulla durata massima dell'ammortizzatore. Questa spiegazione si lega anche all'aumento delle domande di disoccupazione (spesso a fronte di licenziamenti una volta esaurita la cassa straordinaria) che nei primi otto mesi hanno superato quota 1,15 milioni (+6,5%), il dato peggiore dopo il 2015. Solo ad agosto le domande complessive di disoccupazione sono state 114.925 (+8,5% su agosto2018). Un risultato positivo arriva dalla trasformazione dei rapporti a termine in contratti a tempo indeterminato: nei primi 8 mesi dell'anno son passati da 191.305 a 310.780 con quasi 120.000 contratti in più. Se si guarda poi all'insieme delle trasformazioni a tempo indeterminato (anche da apprendista), il dato è positivo per 351.676 unità a fronte di 240.775 unità del 2017.