Lazio: l’Europa è vicina




SERIE A/La squadra di Inzaghi batte in rimonta l’Empoli e scavalca temporaneamente l’Inter

La Lazio conferma di meritare un posto in Europa. A Empoli vince in rimonta dopo aver dominato l'incontro ed essere andata sotto sull'unico, vero tiro in porta dei toscani. Il vantaggio empolese è durato un minuto e la squadra di Inzaghi ha poi trovato anche il vantaggio, come detto meritato. Gli azzurri hanno evidenziato i soliti problemi in avanti. Il primo tempo è quasi un assedio. La Lazio spinge da tutti i lati e Anderson è una spina nel fianco per la difesa empolese che con Pasqual fatica. In più dopo appena due minuti Costa viene ammonito per un fallo su Milinkovic-Savic. Nell'occasione sono forti le proteste dei laziali, perché Felipe Anderson si era involato in solitario verso la porta azzurra. Al 7' une delle occasioni più interessanti ed esteticamente apprezzabili per l'Empoli di tutta la partita: traversone di Pasqual dalla sinistra, Pucciarelli si coordina e in semirovesciata sfiora la traversa. Peccato per Martusciello che dopo questa pregevole azione sia iniziato il quasi monologo laziale. Al 19' Immobile controlla un cross lungo di Basta, rientra sul destro e scarica sul primo palo, interviene Skorupski, prima parata di una lunga serie. Intorno alla mezz'ora ancora la Lazio in avanti con Lulic che serve l'incursione di Milinkovic-Savic, rasoterra in area per Parolo il cui tocco sfiora il palo dopo una leggera deviazione di Costa. Sempre la squadra di Inzaghi in avanti, al 36' Immobile dal limite ci prova col destro, ancora Skorupski si allunga e blocca. Nel finale di primo tempo uno due dei biancocelesti: prima ci prova Parolo dalla distanza, sempre il portiere polacco si fa trovare pronto, al 45' un errore di Costa avvia Immobile che crossa basso dal fondo, ancora una volta l'estremo difensore azzurri intercetta, poi Laurini allontana prima di un probabile tap-in di Felipe Anderson. Si va dunque all'intervallo sullo 0-0, molto molto stretto per la Lazio. A inizio ripresa si fa subito pericoloso l'Empoli: al 4' spettacolare triangolo fra Pucciarelli ed El Kaddouri, il marocchino in area colpisce male di destro da ottima posizione. All'11 colpo di testa di Milinkovic-Savic, Skorupski non tradisce. Arrivano i primi cambi, ma lo 0-0 non sembra sbloccarsi. Poi, al 22', il fulmine di Krunic illumina il 'Castellani': un destro da quasi 30 metri che s'insacca vicino al palo e ghiaccia tutta la Lazio. Il vantaggio però dura appena un minuto: infatti lo stesso Krunic devia un cross centrale dalla destra e il 'campanile' favorisce Ciro Immobile che infila la palla in gol da pochi passi. Martusciello non ci crede, ma il van- taggio è già dilapidato. Poi, ci pensa Keita a trovare la rete decisiva con un tiro in piena area che viene deviato da Costa. È la rete del successo e dei tre punti che permettono alla Lazio di restare in scia all'Atalanta e superare momentaneamente l'Inter.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA