Lazio, un pari tonico

SERIE A/Il gol di Lautaro Martinez illude l’Inter Poi ci pensa Milinkovic a riequilibrare il risultato



ROMA. La rincorsa alla vetta dell'Inter si impantana all'Olimpico. L'1- 1 con la Lazio ha tanti volti: primo tempo saldamente in mano ai nerazzurri, al di là della rete di Lautaro Martinez alla mezzora, ripresa che è cambiata con il gol di Milinkovic al 10' e la reazione laziale, fino al finale nervoso con due espulsi (Immobile al 24' e Sensi al 41'), tanti ammoniti ed un pari che non soddisfa né Inzaghi né Conte. Il primo perché dopo tre turni i punti sono solo 4, mentre si susseguono gli infortuni (oggi tre); il secondo perché l'Inter ha mancato l'aggancio all'Atalanta, sempre più protagonista ed a punteggio pieno. Forza fisica ed acume tattico sono state le leve che l'Inter ha prediletto nel primo tempo per aprire le maglie della Lazio, costretta a giocare più nella propria metà campo che in quella avversaria dalla pressione costante della squadra di Conte, brava a chiudere (quasi) tutti gli spazi. L'unico spiraglio biancoceleste lo ha tenuto aperto Lazzari, sulla fascia sinistra nerazzurra. Le sue ripartenze hanno creato non poche difficoltà a Perisic e Gagliardini. Ma i cross dell'esterno non sono stati sfruttati né da Immobile, né da Correa. Il solo intervento di Handanovic nei primi 45' è arrivato al 19' su un tiro di Luis Alberto - alzato bene in angolo - servito da Milinkovic, dopo un recupero di Leiva. L'Inter ha sofferto nei primi minuti, per poi prendere l'iniziativa grazie al 'peso’ del centrocampo, con Vidal diga e Bastoni uomo ovunque. Mentre la Lazio ha dovuto ben presto fare i conti con gli infortuni, perdendo Radu al 14' per il riacutizzarsi di problemi muscolari (sostituito da Bastos) e Marusic al 35'. Al suo posto è entrato Fares. Tra le due sostituzioni forzate è arrivata la rete di Lautaro, a premiare l'opportunismo dell'argentino bravo a sfruttare un rimpallo in area, dopo una percussione di Perisic. Per l'attaccante terza rete in altrettante gare. La mala sorte si accanisce e nel recupero si è fatto male anche Bastos, costringendo Inzaghi ad inserire Parolo in avvio di ripresa, al centro della difesa. Il secondo tempo si è aperto con la sponda di Lautaro Martinez per Lukaku che, di sinistro, ha sfiorato il palo. Lazio in difficoltà nel tenere palla per la pressione dei centrocampisti di Conte e, su una delle tante palle rubate, Lautaro in girata ha sfiorato lo 0-2 (7'). Ma proprio nel momento di massima sofferenza, al 10' è arrivato il pari. Sul cross da sinistra di Acerbi, Milinkovic è saltato più alto di Perisic. Palla schiacciata a terra e Handanovic battuto. L'1-1 ha scosso la Lazio e la partita si è fatta più equilibrata. Handanovic, non più spettatore, ha dovuto deviare in angolo la botta di Luis Alberto (17'). I biancocelesti hanno ritrovato la velocità degli scambi e ancora lo spagnolo è andato al tiro, deviato da Skriniar. Al 24' altro snodo dell'incontro: fallo di Vidal su Immobile e reazione dell'attaccante che costringe Guida ad estrarre il rosso. Lazio in 10, fino all'espulsione di Sensi per fallo su Patric. Il finale è convulso, con tante sostituzioni ed occasioni per entrambe le squadre. La più vistosa al 42', quando il tiro di Brozovic, deviato, colpisce il palo alla destra di Strakosha. L'Inter ha finito in avanti, ma l'1-1 sa di occasione persa.

Post recenti

Mostra tutti