Leclerc lascia subito il segno

F1/IL NEOFERRARISTA È IL PIÙ VELOCE NELLA SECONDA GIORNATA NEI TEST DI MONTMELÒ



MONTMELO’. La stagione vera comincerà tra meno di un mese, ma a Barcellona, nei test con vista sul Mondiale, il colore che domina per adesso è rosso Ferrari. Quello meno lucido della livrea della nuova SF90, ma certamente brillante in pista: perché anche nel secondo giorno di prove al Montmelò le ruote che hanno girato di più e con il miglior tempo sono ancora quelle della Ferrari, e stavolta alla guida c'era Charles Leclerc. Un battesimo da ricordare per il giovane pilota monegasco, che certo non si è fatto intimorire dal blasone della Rossa e nelle due sessioni ha macinato 157 giri e chiuso in 1:18.247. Miglior crono di giornata, davanti alla McLaren di Lando Norris, al suo esordio da titolare, e alla Haas di Kevin Magnussen (poi sostituito da Fittipaldi). Leclerc si è lanciato sulla monoposto del Cavallino dedicandosi alla simulazione, ma ha anche provato le partenze così come aveva fatto Sebastian Vettel nella giornata d'apertura segnando sempre il miglior tempo con 169 giri. Vettel nella giornata d'apertura segnando sempre il miglior tempo con 169 giri. La Mercedes campione del mondo appare ancora defilata: sesto tempo per Bottas e solo decimo per Hamilton. Si è messo in mostra Antonio Giovinazzi che con l'Alfa Romeo Racing si è piazzato quinto. Qualche noia per la Renault di Ricciardo che ha perso l'ala posteriore e finito in testa cosa: ma questo non ha scoraggiato l'australiano che dice di aver trovato già una buona sintonia con la RS19. Tutto fermo invece ai box Williams: il team britannico è atteso sul circuito catalano in nottata e poi dovrebbe mettere in pista la monoposto: riflettori puntati su Robert Kubica al rientro nel Circus. Per il team di Maranello ancora staffetta tra i due piloti: dopo l'esordio-show del giovane uscito dalla Ferrari Academy e chiamato a sosti- tuire Kimi Raikkonen, tornerà al volante della nuova monoposto Vettel. Obiettivo dare continuità a questa prima doppietta, anche se fuori stagione, in rosso. Charles Leclerc non nasconde la soddisfazione per il feeling mostrato con la Rossa, tanto da chiudere davanti a tutti: "Sono molto contento del bilancio di questa giornata. Nonostante alcune bandiere rosse siamo riusciti a completare il programma previsto e a percorrere 157 giri nei quali abbiamo raccolto tanti dati utili. A livello di sensazioni mi sono trovato bene da subito sulla SF90 e devo dire che mi sono divertito parecchio". "L'emozione? C'è sempre quando sali su una Ferrari - ammette Leclerc -, ma oggi l'ho messa da parte perché il lavoro da fare era tanto. Speriamo di proseguire così anche nei prossimi giorni, perché è necessario massimizzare le poche occasioni disponibili per effettuare prove in pista".