• Redazione

Lewis raggiunge Michael


F1/A SPA POLE NUMERO 68 PER HAMILTON. VETTEL PROLUNGA CON LA ROSSA


SPA. E’ stato un sabato a suo modo storico quello di ieri a Spa-Francorchamps. Aperto a sorpresa dall’annuncio del rinnovo trien- nale di Sebastian Vettel alla Ferrari e chiuso con la pole di Lewis Hamilton, la sua 68ma, che lo porta ad eguagliare il record di Mi- chael Schumacher. Il tedesco della Rossa sorride anche per il secondo posto in gri- glia, mentre all’inglese, sceso felice dalla sua Mercedes, scappa una lacrima nel ricevere le congratulazioni di Corinna Schumacher dall’amico comune Ross Brawn.

La prima fila promette una gara all’ulti- mo respiro tra il leader della classifica e il rampante Hamilton, che sul circuito più fa- scinoso del Mondiale ha stampato il giro più veloce di sempre, in 1’42'’553. Vettel è otti- mista, sottolineando che la sua Sf70H è “più performante sul passo gara che sul giro sec- co”, e dopo la firma del rinnovo è più con- centrato che mai a riportare a Maranello un titolo che manca da troppo tempo.

Dubbi e sollecitazioni a cambiare non erano mancati, ma l’amore per la Rossa che non ha mai nascosto - e probabilmente un ricco contratto - è stato più forte di tutto, convincendo il tedesco a proseguire sulla strada faticosamente intrapresa nel 2015 ma che ora sembra aperta verso nuove soddi- sfazioni per il quattro volte campione del mondo. A suggellare la firma, una bella pri- ma fila, anche se con un po’ fortuna.“Raikkonen mi ha dato un poco di scia, una spinta di un paio di decimi e mi ha aiuta- to a fare meglio di Bottas - ha spiegato Vet- tel -. Avevo delle buone sensazioni nella Q1, poi ho avuto qualche problemino alla velo- cità medio-alta e nella nel Q3 mi mancava un po’ il feeling all’anteriore, ma alla fine siamo riusciti ad azzeccare tutto”. Peccato che davanti ci sia un Hamilton ispirato, capace di andare veloce come mai nessun altro a Spa. La pole, la storica n.68, è la giusta ricompensa che lo rilancia nella sfi- da al ferrarista, anche in omaggio a Michael Schumacher. E i complimenti arrivatigli da casa dello sfortunato Schumi non potevano farlo più felice, commuovendolo. “Devo dire solo grazie per il messaggio, prego sempre per lui e per la sua famiglia - dice asciugandosi gli occhi -. L’ho sempre ammirato. Essere lassù con lui ora è incre- dibile. Sarà sempre il più grande o comun- que uno dei più grandi”. Dietro ai due leader partiranno Bottas e Raikkonen, entrambi un po’ delusi, con il compito di tenere a bada le Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo, rispettiva- mente quinto e sesto. Il finlandese della Mer- cedes puntava alla prima fila per provare a rientrare nel gioco mondiale, mentre quello della Ferrari si è dovuto accontentare del quarto tempo per delle fastidiose vibrazioni che gli hanno fatto abortire anche l’ultimotentativo. “Nel weekend era andato tutto li- scio, è stata una vera delusione - è il suo com- mento -. Il rinnovo di Vettel? Grandioso, ma non è la prima cosa che ora ho in mente”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA