Maledizione The Voice, ucciso un cantante


DOPO L’OMICIDIO DI CHRISTINA GRIMMIE, FREDDATO ALEJANDRO “JANO” FUENTES

NEW YORK. È maledizione “The Voice”: con un agguato a Chicago ha perso la vita Alejandro “Jano” Fuentes, salito alle cronache per la sua partecipazione alla versione messicana del popolare show televisivo. Una morte che arriva a una settimana di distanza dall’uccisione dopo una performance a Orlando di Christina Grimmie, la cantante apparsa nella versione statunitense di “The Voice”. Fuentes è stato freddato durante la notte: è salito in auto dopo aver festeggiato i suoi 45annicongliamicialsuoTrasBambalinasSchool. Un uomo si è avvicinato alla macchina, ha tirato fuori la pistola e gli ha intimato di scendere dalla vettura. Il cantante si è rifiutato e l’uomo gli ha sparato: tre colpi che lo hanno raggiunto alla testa. Trasportato in ospedale in condizioni critiche è morto poco dopo.

Secondo la famiglia del cantante Fuentes è stato attaccato a delle macchine per mantenerlo in vita fino all’arrivo dei parenti dal Messico. Al momento le autorità non hanno fermato nessuno. Il cantante era divenuto famoso in Messico per aver partecipato all’edizione 2011 di “The Voice”. Poi ha aperto il Tras Bambalinas School, un centro a Chicago per insegnare ai giovani canto, danza e recitazione.

‘’Aveva molto talento’’, afferma Miguel Sanchez, che ha lavorato con Fuentes due anni fa in Messico. ‘’Non aveva nemici, non aveva problemi con nessuno’’mette in evidenza Sanchez.

‘’Era una delle persone più talentuose che abbia mai conosciuto’’, ribadisce Victor Gulley, cofondatore di “A Taste of Theatre:, organizzazione teatrale che lo scorso anno ha aiutato Fuentes ad allestire un musical. ‘’Era molto bravo con i bambini’’, precisa Gulley paragonandolo a Prince.

“Prince poteva scrivere musica, cantare e ballare, ma non penso potesse fare l’acconciatura per i capelli a tutto il suo gruppo” dice riferendosi alle qualità, in tutti gli aspetti della performance di

Fuentes. “Era umile” riferiscono i vicini del suo centro. ‘’Veniva nella nostra pasticceria per colazione durante la settimana’’. Ha avuto la stessa tragica sorte di un’altra star di “The Voice”, Christina Grimmie. La cantante, divenuta abbastanza popolare negli Usa, è stata uccisa la scorsa settimana mentre firmava degli autografi. Aveva 22 anni. Il killer si è nascosto tra i fan: si tratta di Kevin James Loibl, 27 anni. Dopo l’omicidio si è ucciso.

Nella foto, Alejandro “Jano” Fuentes



ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA