Mancini: “Partite che servono ai giovani”. Zaza: “Tanti i momenti negativi”



TORINO. “C’è stata una leggerezza enorme da parte nostra, anche se eravamo un pò affaticati nel finale, perché abbiamo giocato per 20 minuti in dieci uomini. Adesso è presto per vedere qualcosa, dobbiamo iniziare a far giocare i giovani, gli elementi che hanno meno esperienza”. Così Roberto Mancini dopo il pareggio con l’Olanda per 1-1 in amichevole a Torino.

“I ragazzi si sono impegnati tanto, dopo un anno faticoso, dobbiamo mettere a posto tante cose, ma io sono ottimista per la ripresa della stagione”, continua il ct.

“Ho chiesto all’assistente se fosse sicuro dell’espulsione, era una partita amichevole, non so.

È stata una leggerezza, eravamo un pò affaticati, avevamo fatto gol, giocare in dieci diventava difficile. Dopo dieci giorni è difficile sviluppare concetti di gioco, sono state fatte cose buo- ne come contro la Francia, questo è positivo. Dobbiamo iniziare a far giocare i giovani, queste partite servono soprattutto per loro, chi ha più esperienza va avanti, loro hanno bisogno di queste partite. Giudizio complessivo? Era importante che i ragazzi si impegnassero, perché non è semplice dopo un anno faticoso. Ci hanno messo impegno e testa. C’è molto ottimismo, fa piacere che la gente abbia entusiasmo con una squadra così giovane” conclude. “Sono contento del gol, perché avevo un ricordo un pò triste della Nazionale... ho avuto un pò di fortuna, ma è stato normale emozionarsi. Dopo tanti ricordi negativi penso sia normale. Sono contento della prestazione, siamo un gruppo giovane e possiamo preparaci al meglio.

Purtroppo abbiamo tanto tempo per farlo”. Così Simone Zaza, l’attaccante che aveva portato in vantaggio l’Italia nell’amichevole contro l’Olanda, parlando ai microfoni della Rai. “Ho avuto esperienze negative, non solo in azzurro, ma anche in Inghilterra e vado per la mia strada - aggiunge -.

Penso che siano una squadra giovane, con noi ci sono buonissimi giocatori che devono crescere verso i massimi livelli”.

“Il bilancio di queste tre amichevoli è davvero positivo. Anche oggi abbiamo fatto una buona partita, specie nel primo tempo. Penso che siamo sulla strada giusta e possiamo prenderci delle soddisfazioni”. Così Domenico Criscito dopo il pareggio in parte causato dalla sua espulsione per un fallo da ultimo uomo. “Effettivamente ero l’ultimo... - ha detto il giocatore dello Zenit, guardando le immagini del proprio intervento. Io ho detto all’arbitro che era un’amichevole e che poteva evitare”. “Con Mancini mi sono trovato bene, dopo un anno passato insieme abbiamo un grande rapporto. Spero di continuare a stare nel gruppo ma spetta a me lavorare per meritarmelo”, ha concluso Criscito.

“L’Italia è come noi una squadra giovane, che ha bisogno di tempo per crescere, ma ha qualità. Stasera mi è sembrata un pò affaticata ma, da quando inizierà la stagione, dobbiamo migliorare e lavorare tanto per farlo. Il mio futuro? Ho quattro anni di contratto con la Roma, io sto bene a Roma e il mio futuro è lì”. Così Kevin Strootman, centrocampista dell’Olanda, dopo il pareggio.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA