Maretta disegna la nuova Inter



IL FUTURO MANAGER NERAZZURRO TORNA DALLA CINA. CICLO SEVERO PER LA SQUADRA

MILANO. L’avventuradi Beppe Marotta all’Inter è pronta a cominciare. Anzi, è già cominciata, seppur ancora ufficiosamente, tra l’incontro avvenuto con la famiglia Zhang in Cina e il Consiglio di Lega a Milano. Tutto, così, prosegue spedito verso l’ufficializzazione dell’accordo nei prossimi giorni. Si attende solo l’annuncio, intanto però Marotta ha già assaggiato l’aria interista a Milano. L’ex dg bianconero è atterrato alle 7 di ieri a Malpensa, dove, dopo l’incontro con Suning a Nanchino, ha detto solo: ‘’Impressione positiva. Parleremo più avanti’‘. Non ha parlato invece all’ingresso degli uffici della Lega Serie A, dove si è recato nel pomeriggio per una riunione informale del Consiglio. Una prima anticipazione dell’Inter che verrà, perché il dirigente nerazzurro in pectore è arrivato in auto insieme all’attuale amministratore delegato interista Antonello, dopo un pranzo a cui hanno partecipato anche gli altri consiglieri e il presidente della Lega Miccichè. Proprio la presenza di due rappresentanti del club di Suning è stato uno dei temi al centro delle discussioni per quanto riguarda l’organigramma della Lega, oltre alle proposte da portare nel confronto con il Governo sulle norme in Finanziaria che impattano sul mondo del calcio e la scelta del nuovo amministratore delegato. ‘’Parleremo più avanti’‘, ha ribadito Marotta all’uscita dagli uffici. Un arrivederci a quando l’accordo diventerà ufficiale, probabilmente al rientro di Steven Zhang dalla Cina per la gara con il Tottenham. Ora infatti c’è da pensare anche al campo, perché la squadra di Luciano Spalletti è attesa da un ciclo di ferro: sabato c’è il Frosinone a San Siro (attesi oltre 60 mila spetta- tori), poi la decisiva gara di Champions con gli inglesi, la doppia trasferta con Roma e Juventus e infine l’ultima sfida del girone europeo con il Psv al Meazza. Serve avere tutti al meglio e per questo il recupero di Nainggolan, che si è allenato con i com- pagni, non può che essere una buona notizia. Così come buone notizie sono arrivate dalle nazionali, con Icardi e Politano a segno: restano da valutare le condizioni di Vrsaljko, che proverà il recupero lampo per il match di Wembley dopo il problema muscolare riscontrato proprio a Londra. Prima, però, serviranno i tre punti con il Frosinone per ripartire al meglio in campionato dopo il pesante ko contro l’Atalanta. E a proposito: “La partita contro il Frosinone non è semplice. Dobbiamo dare un segnale importante e prepararci al meglio per la sfida contro il Tottenham” ha detto il terzino Kwadwo Asamoah, verso la sfida di sabato contro i ciociari. “Se non si entra in campo convinti si può perdere o pareggiare - ha proseguito Asamoah, intervistato da Sky -. Quello contro l’Atalanta è stato uno schiaffo pesante per noi, dobbiamo imparare tanto. Ora guardiamo avanti, lavoriamo bene per migliorare di partita in partita”. La testa va già al match di Champions League con il Tottenham: “Se vinciamo in campionato, poi ci saranno più motivazioni per la partita contro il Tottenham. Il passaggio del turno non è cosa fatta, dobbiamo ancora tenere duro e sudare”. Conclusione dedicata a Marotta: “È un piacere lavorare con lui, è un direttore con il quale ho lavorato sei anni. Ha grande personalità e aiuta la squadra”, ha concluso Asamoah.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA