Mertens aspetta il duello



LO SCUDETTO/IL BELGA DEL NAPOLI: “CON LA JUVE SARÀ LA NOSTRA FINALE”

NAPOLI. I Mondiali in Russia si avvicinano ma Dries Mertens ha per ora nella testa lo scudetto con il Napoli. Il Belgio punta ad essere una delle protagoniste dei Mondiali e sogna la finale di Coppa, ma l’attaccante del Napoli ha già una finale nel mirino, la sfida di Torino contro la Juventus: “Lo scontro diretto del 22 aprile sarà la nostra finale, quella è la gara che può essere decisiva”, dice Mertens, lanciando un avviso ai bianconeri, perché lui nelle finali vuole essere determinante e crede nell’obiettivo. La Spal ha frenato la fuga dei bianconeri e Mertens cavalca il rinnovato entusiasmo che c’è a Napoli: “Per fortuna - spiega - la Juve ha fatto 0-0 con la Spal, e questo vuol dire che il testa a testa continua. Per questo, voglio stare sempre al top in queste ultime nove giornate: essere campione d’Italia con il Napoli sarebbe fantastico”. Nove partite davanti, a cominciare da quella contro il Sassuolo: Mertens sfida la Juventus ma anche se stesso. Lo scorso anno a questo punto del campionato aveva segnato già 20 gol, per ora, invece, è a 17 e vuole riprendere a segnare a ritmo sostenuto per ripetere i numeri mostruosi della scorsa stagione. Un gol, in casa del Sas- suolo, “Ciro” Mertens, come lo chiamano ormai i tifosi, lo ha fatto anche lo scorso anno, ma la gara finì con un 2-2 che freno la rincorsa del Napoli. Stavolta bisognerà vincere. Intanto Mertens vive la nazionale belga come un ritorno al passato, visto che non gioca centravanti, un ruolo saldamente nelle mani di Lukaku. Lui Dries, agisce alle sue spalle insieme ad Hazard, in un mix di fantasia e fisicità. “L’Italia - dice - mi ha migliorato mi ha fatto crescere di anno in anno. In Nazionale è difficile avere il ruolo di attaccante che ho nel Napoli, ma l’importante è giocare e avolte bisogna mettere da parte il proprio ego nell’interesse della squadra”. Al San Paolo, invece, il ruolo di prima pinta resta saldamente suo, con Milik che aspetta in panchina. In attesa del ritorno di Mertens e gli altri dalla nazionale, Maurizio Sarri ha dato il week-end lungo libero agli azzurri che riprenderanno solo domattina gli allenamenti in vista del match di sabato a Sassuolo. Da verificare anche le condizioni di Marek Hamsik, che ha tolto le tonsille ed è reduce da un risentimento muscolare alla coscia. A Sassuolo potrebbe toccare dall’inizio a Zielinski, titolare due giorni fa nel ko polacco contro la Nigeria. PROBLEMI PER JORGINHO - Ancora apprensione per Jorginho, impegnato in ritiro con la nazionale azzurra. I fastidi muscolari avvertiti alla vigilia del match contro l’Argentina alla fine non gli hanno impedito di scendere in campo: era troppa la voglia di partecipare con la maglia dell’Italia, esperienza che il centrocampista attendeva da tempo. E così davanti alla possibilità di giocare contro la nazionale albiceleste, il regista del Napoli ha stretto i denti. Gli osservatori di mercato all’Etihad Stadium hanno avuto la pos- sibilità di guardare da vicino la sua gara: in Premier Jorginho è super corteggiato, in pole su di lui proprio i due club di Manchester. Ma la sua prestazione è stato tanto criticata: è stato attribuito a lui l’errore che ha portato al primo gol degli avversari. Ripresi gli allenamenti intanto, ieri un nuovo stop per il numero 14 di Di Biagio: il fastidio alla gamba è tornato ed avrebbe interrotto la seduta, proseguendo con esercizi in piscina. Pare si tratti di un semplice affaticamento muscolare, nulla di grave. Ma questa volta la sua presenza nella gara contro gli inglesi è fortemente a rischio: se nella scorsa partita il giocatore ha preferito scendere in campo, questa volta meglio non insistere e riposare per farsi trovare pronto per il Napoli, in vista delle importanti sfide di campionato. E così in regia al suo posto il ct fa scaldare Gagliardini per la prossima amichevole contro l’Inghilterra. A Wembley Jorginho potrebbe quindi sedere in panchina, ma le valutazioni sulle sue condizioni verranno fatte nei prossimi giorni. Intanto a Napoli in molti hanno il batticuore. I tifosi vorrebbero trovarlo carico per il campionato e non correre alcun rischio: il Sassuolo lo attende.