Molfetta«rema» versoHoboken


SEI REMI, BENEDETTI DA MONS. CORNACCHIA, SARANNO «INCROCIATI» DURANTE LA FESTA DELLA MADONNA DEI MARTIRI


Quasi un secolo di festa, di tradizione molfettese negli Stati Uniti. I remi, sei in tutto, martedì 30 agosto scorso, sono stati benedetti dal vescovo, monsignor Domenico Cornacchia. Tra qualche giorno prenderanno il volo. Lasceranno Molfetta per raggiungere la comunità molfettese di Hoboken, nel New Jersey, dopo aver sorvolato l’oceano. E quest’anno, per la prima volta in novant’anni, al passaggio del simulacro della madonna dei Martiri,ad Hoboken, in occasione della festa in onore della copatrona di Molfetta, saranno incrociati i remi. E davvero sarà come essere a casaL’iniziativa è dell’associazione Oll Muvi, quelli di I Love Molfetta, che, con il suo vulcanico presidente, Roberto Pansini si sta occupando del trasferimento dei remi, e della Lega Navale di Molfetta che ne ha provveduto alla realizzazioneI "remi speciali", voluti dal presidente Felice Sciancalepore e tutti i soci, hanno il tricolore verniciato in punta, sono lunghi di 2 metri e 90 centimetri e saran-o donati alla società Madonna dei Martiri di Hoboken, per essere portati in processione in occasione dei 90 anni dell'Hoboken Italian Festival, la festa gemella in onore della Madonna dei Martiri. Ad Hoboken la lega Navale sarà rappresentata dalla famiglia Bufi, Mauro, il capo famiglia, sua moglie Liliana e i figli Riccardo, 11 anni, Anita, 15 anni, e Angelo che festeggerà i suoi 18 anni ad Hoboken il 12 settembre. I remi saranno “imbarcarli" in aereo, il prossimo 7 settembre. Sullo stesso volo ci sarà un gruppo numeroso di molfettesi. Complessivamente i molfettesi che, quest’annoraggiungeranno Hoboken per prendere parte ai festeggiamenti saranno ottanta circa. Tra loro, dopo trent'anni, ci sarà anche il vescovo Cornacchia a rappre- sentare l’intera comunità, l'unico Vescovo che ha preso parte alla festa di Hoboken fu Don Tonino Bello nel 1986. E per i novant’anni dell’Hoboken Italian Festival, oltre alle luminarie, donate lo scorso anno, ci saranno anche i remi. I remi che arriveranno ad Hoboken hanno una storia perchè, nei mesi scorsi, sono stati impiegati negli allenamenti dei vogatori. Poi sono stati riparati dal maestro Michele Giannossi, uno degli ultimi custodi dei segreti legati alla costruzione dei remi in legno, e sono stati lavorati, pitturati da giovani vogatori Massimo Belviso, Angelo Bufi, Giu- seppe Squeo, Valerio De Candia. Il tocco finale è toccato a Mauro Bufi, che ad Hoboken, con la famiglia, rap- presenterà la Lega Navale, e all’artistamolfettese Giuseppe Sciancalepore che hanno allestito e dipinto i caratteri che ornano i remi. Alla cerimonia di benedizione dei remi, oltre al vescovo della Diocesi, monsignor Domenico Cornacchia, che tra qualche giorno sarà ad Hoboken con una delega- zione di circa ottanta molfettesi, al presidente, ai vertici e ai vogatori della Lega navale, erano presenti, Franco Tammacco, il nonno del famoso pasticcere americano Buddy Valastro The Cake Boss, e di sua moglie Lisa, tornato a Molfetta dopo sedici anni, monsignor Giuseppe de Candia, che da cinquant’anni anima la festa del- la Madonna dei Martiri ad Hoboken, nel New Jersey. «La prima processione a mare dell’icona della Madonna dei Martiri – ha ricordato don Giuseppe - partiva su due bilancelle dalla scala a due passi dal Santuario. Quando i vogatori erano pronti battevano il portone del Santuario con i remi, segno che si poteva partire». Ora, a Molfetta, sono i vogatori della Lega Navale a salutare l’uscita della Madonna l’8 settembre. E, d’ora in avanti, anche Hoboken , oltre alle luminarie (che lo scorso anno sono arrivate sempre su iniziativa di Roberto Pansini e di Oll Muvi) avrà i suoi remi. La festa ad Hoboken è sabato 10 settembre, è certo che si sentire parlare molfettese per tutta la città.