Montagne russe per 26



MONDIALI 2018/Solo Germania, Inghilterra e Serbia sono ad un passo dalla qualificazione

ROMA. Ecco la stretta finale. La pausa per le nazionali del mese di ottobre andrà a rimpinguare la lista delle qualificate ai Mondiali del 2018, lasciando spazio soltanto ai playoff di novembre per definire il quadro completo delle magnifiche 32 che andranno in Russia. Facciamo dunque il punto sulle qualificazioni a pochi giorni dal termine della fase a gironi. Già qualificate Sono otto per ora le nazionali già sicure di partecipare al prossimo Mondiale: Russia (paese ospitante), Belgio (Europa), Brasile (Sudamerica), Messico (Concacaf), Arabia Saudita, Corea del Sud, Giappone e Iran (Asia). ASIA Il programma dello spareggio: Oggi: Siria- Australia. Martedì 10 ottobre: Australia- Siria AFRICA Con due partite ancora da giocare nei cinque gironi, solo la Tunisia e la Nigeria sembrano vedere concretamente la qualificazione a Russia 2018: di certo fuori il Camerun, eliminato già a settembre. Ai Mondiali andranno le prime di ognuno dei cinque gironi, senza nessun bisogno di playoff. Gli ultimi due turni, però, sono spalmati tra questa sosta e quella di novembre.

Gruppo A: Tunisia 10, DR Congo 7, Gui- nea 3, Libia 3.

Gruppo B: Nigeria 10, Zambia 7, Camerun 3, Algeria 1.

Gruppo C: Costa d’Avorio 7, Marocco 6, Gabon 5, Mali 2. Gruppo D: Classifica: Burkina Faso 6, Capo Verde 6, Senegal 5, Sudafrica 4.

Gruppo E: Egitto 9, Uganda 7, Ghana 5, Congo 1. NORDAMERICA La formula premia le prime tre classificate nel girone a sei squadre del quinto round, quello che si completerà con le ultime sei partite del mese di ottobre. La quarta, invece, giocherà il playoff di novembre contro la vincente dello spareggio asiatico tra Siria e Australia. Se il Messico si è qualificato a settembre, alla Costa Rica basta un punto. Panama, USA e Honduras sono ancora in ballo per terzo posto e playoff. Cruciale lo scontro diretto di domani sera ad Orlando.

Classifica: Messico 18, Costa Rica 15, Panama 10, USA 9, Honduras 9, Trinidad e Tobago 3. Domani: USA-Panama, Messico-Trinidad e Tobago, Costa Rica-Honduras.

Martedì: Honduras-Messico, Panama-Costa Rica, Trinidad e Tobago-USA OCEANIA

Conclusa la fase a gironi, si è già disputato anche lo spareggio tra Nuova Zelanda e Isole Salomone. Ora gli All Whites attendono soltanto di conoscere quale sarà la quinta del girone sudamericano, la nazionale con cui si giocherà il pass per la Russia nel playoff di novembre. Al momento si tratterebbe dell’Argentina. EUROPA

Gruppo A La Francia si è complicata la vita e ora si giocherà tutto con Bulgaria e Bielorussia. L’Olanda deve fare un mezzo miracolo: vincere contro la già eliminata Bielorussia e poi stendere la Svezia nello scontro diretto di martedì sera (all’andata fu 1-1). Ma sorpassare la Svezia sembra comunque impossibile visti i 6 gol di differenza reti a svantaggio degli Oranje. Classifica: Francia 17, Svezia 16, Olanda 13, Bulgaria 12, Lussemburgo 5, Bielorussia 5.Gruppo B Il Portogallo insegue a tre punti di distanza la Svizzera ma ha a disposizione una differenza reti migliore, utile soprattutto in caso di vittoria nello scontro diretto di martedì sera. Paradosso vero: gli elvetici, pur essendo a punteggio pieno, non sono ancora sicuri del pass per Russia 2018 e non lo saranno nemmeno vincendo sabato sera contro l’Ungheria, se Cristiano Ronaldo e compagni faranno il proprio dovere in Andorra. Fuori dai giochi tutte le altre. Classifica: Svizzera 24, Portogallo 21, Ungheria 10, Isole Faroe 8, Andorra 4, Letto- nia 3 Gruppo C La Germania campione in carica è a un solo punto dalla qualificazione, un pareggio che dovrà conquistare stasera a Belfast. L’Irlanda del Nord è sicura del secondo posto, ma attende la matematica per entrare nel lotto delle migliori otto seconde. Eliminate tutte le altre. Classifica: Germania 24, Irlanda del Nord 19, Azerbaigian 10, Repubblica Ceca 9, Norvegia 7, San Marino 0. Gruppo D La Serbia è a una vittoria dalla Russia, nel frattempo è sicura di piazzarsi almeno seconda. Domani andrà in scena in Austria contro i padroni di casa già eliminati, mentre il Galles dovrà confermare la crescita recente andando a vincere in Georgia e l’Irlanda sarà obbligata ai tre punti in casa contro la Moldavia. Gli occhi sono tutti già a lunedì sera, quando il Galles ospiterà l’Irlanda nel confronto con ogni probabilità decisivo per il secondo posto. Ma attenzione, al Galles potrebbe non bastare difendere il piazzamento, servirà anche vincere per non diventare la peggior seconda e restare fuori dai playoff. Classifica: Serbia 18, Galles 14, Irlanda 13, Austria 9, Georgia 5, Moldavia 2. Gruppo E Tre squadre ancora in corsa sia per il primo posto che per il secondo. La Poloniacomanda con tre punti di vantaggio su Montenegro e Danimarca, ma ha una differenza reti peggiore (-4 rispetto a entram- be le rivali). Proprio Montenegro e Danimarca si troveranno una di fronte all’altra oggi a Podgorica, con lo stesso Montenegro che tre giorni dopo potrebbe tentare lo sgambetto anche alla Polonia. Si deciderà tutto domenica. Classifica: Polonia 19, Montenegro 16, Danimarca 16, Romania 9, Armenia 9, Kazakhstan 2. Gruppo F Due sole eliminate (Malta e Lituania) e Inghilterra a tre punti dal pass matematico. Per farcela, però, dovrà battere la Slovenia nell’incontro di giovedì sera. Aperta la caccia alla seconda posizione, con Slovacchia, Scozia e Slovenia molto vicine. Oggi tocca a Scozia-Slovacchia e domenica a Slovenia-Scozia. Passa tutto da qui. Classifica: Inghilterra 20, Slovacchia 15, Slovenia e Scozia 14, Lituania 5, Malta 0. Gruppo G Vista la differenza reti a +17 sull’Italia, la Spagna sarebbe in Russia battendo l’Albania nella sfida di domani sera. Un successo che regalerebbe all’Italia il secondo posto matematico, comunque distan- te un solo punto. Gli Azzurri, però, sono obbligati a vincere entrambe le sfide per proteggere il ranking FIFA e il posto tra le migliori otto seconde. La classifica: Spagna 22, Italia 19, Albania 13, Israele 9, Macedonia 7, Liechtenstein 0. Gruppo H Con il Belgio unica delle qualificate europee, Bosnia, Grecia e Cipro sono ancora in corsa per il secondo posto. Leggermente favoriti gli ellenici che sabato sera andranno a cipro e chiuderanno martedì in casa con Gibilterra. Si vedrà ai punti, però, se il secondo posto basterà per entrare nel novero delle squadre qualificate ai playoff. Classifica: Belgio 22, Bosnia 14, Grecia 13, Cipro 10, Estonia 8, Gibilterra 0. Gruppo I Forse il girone più interessante tra quelli europei. Due sole squadre eliminate (Kosovo e Finlandia), quattro ancora in lizza per tutto (Ucraina, Turchia, Islanda e Croazia) divise soltanto da due punti. Può succedere ancora di tutto. Domani sera: Kosovo-Ucraina, Turchia-Islanda e Croazia-Finlandia. Lunedì sera: Islanda-Kosovo, Ucraina-Croazia e Finlandia-Turchia. La differenza reti: +9 per la Croazia, +4 per tutte le altre. La classifica: Croazia e Islanda 16, Ucraina e Turchia 14, Finlandia 7, Kosovo 1. La classifica delle seconde europee Portogallo: 18 punti e +18 di differenza reti Irlanda del Nord: 13 punti e +7 di differenza reti Italia: 13 punti e +3 di differenza reti Islanda: 13 punti e +3 di differenza reti Slovacchia: 12 punti e +6 di differenza reti Svezia: 10 punti e +3 di differenza reti Montenegro: 10 punti e +3 di differenza reti Bosnia: 8 punti e +2 di differenza reti Galles: 8 punti e +1 di differenza reti Si qualificano ai playoff le otto migliori seconde, decise in base ai seguenti criteri (in ordine d’importanza): punti ottenuti contro le altre squadre del proprio girone esclusa la sesta, differenza reti, maggior numero di gol segnati, punti fair play, sorteggio.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA