Muore a Brescia ventunenne accoltellato fuori dalla discoteca



IL TRAGICO FATTO AVVENUTO SOTTO GLI OCCHI DELLA FIDANZATA. LA POLIZIA RICERCA L’AGGRESSORE

BRESCIA. Un litigio nato per qualche frase di troppo indirizzata alla fidanzata, sulla scena compare un coltello e l'alba fuori dalla discoteca si trasforma in tragedia. È stato ucciso da una sola coltellata Yaisy Bonilla, colombiano di 21 anni, qualche precedente alle spalle, in Italia da quando di anni ne aveva nove, colpito a pochi passi dall'in- gresso del Disco Volante, locale di via Corsica in città, l'unico a spegnere la musica alle sei del mattino. Così è successo anche all'alba di ieri a Brescia. La vittima non ha però trascorso la nottata a ballare in pista, ma stava passando in zona con la fidanzata. Lo confermano anche i proprietari del locale, inquadrato come club multi culturale dove per entrare è necessario essere registrati. Il lungo elenco di soci comprende più di tremila nomi. Anche quelli dei due fidanzati che però sabato sera non hanno messo piede nella discoteca ma si sono fermati al- l'esterno con un amico. Ed è in quel frangente che l'aggressore avrebbe speso qualche apprezzamento nei confronti della fidanzata del colombiano, il quale lo avrebbe invitato ad allontanarsi. Dopo aver fatto come gli è sta- to chiesto, l'aggressore è però tornato per dar sfogo alla sua violenza: una coltellata all'addome a Yaisy Bonilla che non ha perso i sensi tanto da arrivare a chiedere alla fidanzata di chiamare i soccorsi. Lo sconosciuto, con in mano il coltello, ha fatto poi perdere le sue tracce mentre la giovane vittima è stata trasportata in ospedale. Ai medici della clinica Poliambulanza le sue condizioni sono fin dall'inizio apparse disperate. E nonostante il delicato intervento chi- rurgico a cui è stato sottoposto, il 21enne non ce l'ha fatta ed è morto nel pomeriggio nel reparto di terapia intensiva.

"È stato affrontato e si è difeso" hanno raccontato gli amici, che da ieri mattina, non appena avuta la notizia dell'accoltellamento hanno presidiato, assieme al padre del giovane colombiano, l'ingresso della rianimazione del Poliambulanza, mentre la fidanzata in lacrime fissava sul telefono gli ultimi scatti prima della trage- dia. La donna è stata più volte ascoltata dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Brescia che stanno lavorando - al vaglio anche i filmati delle telecamere - per trovare il responsabile dell'omicidio. Si tratta di una ragazza straniera di 27 anni che ha confermato che lei e Yaisy non hanno trascorso la serata nel locale e che"lui ha reagito ad una provocazione". Adesso è caccia ad un uomo dalla carnagione chiara, di cui gli investigatori stanno ricostruendo l'identikit anche in base alle testimonianze dei dipendenti, buttafuori e baristi, del Disco Volante, che hanno sentito le urla e che per primi si sono precipitati per prestare i soccorsi. Pare che vittima e aggressore non si conoscessero e che il promo avesse invece trascorso la serata con l'amico con il quale i due fidanzati si erano fermati a parlare fuori dal locale notturno, prima della tragedia.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA