NAPOLI -1



Champions League/Domani la storica sfida del Bernabeu per l’andata dgli ottavi

NAPOLI. Maradona è già a Madrid per tifare e “vedere vincere il Napoli”. Sarri intanto stringe i tempi, perché sale la febbre della sfida con il Real. Allenamenti e non solo. Lezioni di tattica, osservazione in sala video degli avversari. La missione Real, a due giorni dall’appuntamento al Santiago Bernabeu, è entrata nella fase decisiva. La squadra ha svolto una prima parte dedicata ad un lavoro tecnico con le sagome. Successivamente attivazione e partitina a campo ridotto. Chiusura con seduta tecnico tattica. Hysaj, che ha assorbito in poche ore la botta alla caviglia rimediata durante l’allenamento di domenica, si è allenato con il gruppo. Differenziato per Tonelli. Oggi seduta mattutina e poi partenza per Madrid, dove Sarri incontrerà i giornalisti per la consueta conferenza stampa. Top secret la formazione, anche se appare probabile che i dubbi legati al centrocampo saranno sciolti con la presenza in campo dei brasiliani Allan e Jorginho che offrono all’allenatore maggiori garanzie nell’attuare uno schermo protettivo davanti alla difesa. Pepe Reina, uno dei tre spagnoli del Napoli, non ha mai indossato (al contrario di Callejon ed Albiol) la maglia biancadelle merengues. Essendo stato per anni il portiere della Nazionale ha però tanti amici fra i calciatori del Real, primo fra tutti Sergio Ramos, l’uomo dei gol all’ultimo minuto, al quale ha mandato un affettuoso e simpatico messaggio: “Lui segna al 93' perché ha grinta fino alla fine e coraggio per provarci. Quindi se lo sostituiscono all’85' siamo tutti più tranquilli”. “Sappiamo - ha detto in unì’intervista a Radio Marca - che è una sfida difficilissima ma noi dobbiamo affrontarla con la nostra personalità e il nostro gioco, solo così possiamo crederci. Stiamo bene - ha spiegato Reina - veniamo da un buon momento e si sentiamo sicuri. La partita è molto attesa da tutti i tifosi e noi siamo carichi, per tutti è una grande aspirazione giocare al Bernabeu in Champions Lea- gue”. La presenza del tifoso Maradona, sbarcato nella capitale spagnola per sostenere la squadra del cuore, fa piacere a Reina. “Maradona è venuto a salutarci qualche settimana fa e mercoledì sera sarà al Bernabeu a tifare per noi. Questo ci dàna motivazione ancora maggiore. È da tanto che i tifosi azzurri aspettano una partita così, tutti sanno che sarà una sfida difficilissima ma la capacità di sognare della città e di noi giocatori ci permettono di crederci”. NON MANCA LA PIZZA - Non ha aspettato la spedizione dei diecimila che partirà oggi. Per lui l’operazione Madrid è già scattata ieri.E’ nella capitale spagnola Errico Porzio, il pizzaiolo social di Soccavo, pronto per l’appuntamento con la storia al Santiago Bernabéu. E anche per questa partita, come gli capita spesso, ha creato una pizza ad hoc: la Champion League con i loghi del Real e del Napoli. L’ha realizzata nel suo locale ma la replicherà in una pizzeria di Madrid: una pizza che tra i suoi ingredienti porta an- che dosi di serenità: “Perché il big match di mercoledì, al di là del risultato, che ovviamente spero sia positivo per il Napoli, deve essere una grande festa per tutti – afferma Porzio – questa pizza vuole rappresentare un invito, ma soprattutto un auspicio per un possibile gemellaggio tra le due tifoserie. Mangiare una pizza affinché l’euro sfida sia serena e tranquilla” conclude Errico.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA