Napoli: attacco spuntato

SERIE A/A FERRARA ANCELOTTI DEVE FARE A MENO DI MERTENS, OUNAS E INSIGNE





NAPOLI. Non c'è nulla da chiedere ancora al campionato, dopo la conquista matematica del secondo posto, raggiunta domenica scorsa grazie alla vittoria sul Cagliari. Il Napoli, comunque, si presenta oggi sul campo della Spal dovendo fare i conti con una serie di infortuni che gli dimezzano e forse anche più il potenziale offensivo. Risultano infortunati e non sono stati neppure convocati da Ancelotti per la trasferta in Emilia Romagna, Insigne, Mertens e Ounas. La società lo ha reso noto ieri con un tweet, anche se la natura degli infortuni non è stata precisata. Mertens da alcuni giorni accusava un affaticamento muscolare e dunque Ancelotti, d'accordo con lo staff medico, ha deciso di non far correre rischi al belga. Per quanto riguarda Insigne, invece, la sua assenza dovrebbe essere stata causata dagli stessi problemi che lo hanno afflitto nei mesi scorsi. Tra marzo e aprile il capitano della squadra si era dovuto assentare per più di venti giorni a causa di un problema a un adduttore. Quanto a Ounas, non sono chiari i motivi della rinuncia da parte dell'allenatore. Assenti sia Insigne che Mertens il peso del gioco d'attacco ricadrà tutto sulle spalle di Milik. Il polacco negli ultimi giorni avrebbe trovato l'accordo con la società per il pro- lungamento per altri tre anni del contratto. Quello attuale scade nel 2021. A Milik, che ha segnato fino a ora 17 gol in campionato e 20 nell'intera stagione, verrebbe riconosciuto un ritocco all'ingaggio che attualmente è di 2,5 milioni di euro a stagione. Viste le assenze in attacco Ancelotti potrebbe far debuttare in SerieA, eventualmente non dall'inizio, proprio al fianco di Milik, Gianluca Gaetano, un classe 2000 che ha appena compiuto 19 anni e che viene considerato uno dei talenti più promettenti del calcio italiano. Ancelotti lo ha già più volte convocato in prima squadra e lo ha fatto debuttare negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia con il Sassuolo. Vicino a Milik dal primo minuto dovrebbe giocare uno tra Younes e Verdi. A centrocampo, vista anche la ristrettezza della rosa, scontate le presenze di Callejon, Allan, Ruiz e Zielinski. In difesa, infine, spazio a Luperto al fianco di Koulibaly. Malcuit sulla destra e Ghoulam sulla sinistra dovrebbero completare il reparto