Napoli carico e motivato



NAPOLI. All'Olimpico per continuare a stupire, mantenendo imbattibilità in cam- pionato e, se possibile, incrementando il record delle vittorie consecutive, fino a portarlo ad otto successi. Il Napoli si presenta alla sfida con la Roma carico e motivato. Sarri si rammarica, come fa sempre in occasione delle gare che se- guono gli impegni delle Nazionali, per aver avuto troppo poco tempo a dispo- sizione per preparare il match.

Tenere sotto il suo diretto controllo i calciatori della rosa durante gli allena- menti, preparare assieme a loro gli sche- mi, ripetere ossessivamente i movimenti sul campo da mandare a memoria e da attuare nella partita: sono questi i se- greti del suo Napoli e l'allenatore fa sem- pre una gran fatica a rinunciarvi, qua- lunque sia il motivo che gli 'rovina' la preparazione.

Il tecnico azzurro si può comunque consolare per il fatto che i suoi uomini, impegnati un po' dappertutto in Europa, sono tornati alla base in buone condi- zioni fisiche. Tranne Milik e Tonelli, sono tutti disponibili per oggi e dunque spetterà proprio a Sarri decidere libera- mente, senza alcuna imposizione di na- tura diversa da quella tecnico-tattica, chi mandare in campo.

Lo scorso anno nella gara vinta al- l'Olimpico 1-2, dopo aver dominato per 88 minuti ed essere andato clamorosa- mente in affanno negli ultimi sette, tra tempi regolamentari e recupero (la Roma sfiorò in clamoroso pareggio negli istantifinali della gara), Sarri schierò Rog nel ruolo di centrocampista di destra, quello solitamente occupato da Allan o da Zie- linski. Si trattò di una decisione a sopre- sa che diede i suoi frutti, perchè il croato fu il migliore in campo assieme a Mer- tens, autore della doppietta decisiva. Ora, però,la situazione è diversa. In- tanto perchè Rog è uno dei reduci dagli impegni della Nazionale, mentre Allan è rimasto ad allenarsi a Castel Voltur- no e poi va anche considerato che il brasiliano è forse l'uomo più in forma in questo momento e difficilmente Sarri se ne priverà. E' attesa in campo, dunque, la formazione titolare, con Albiol e Kou- libaly difensori centrali, Hysaj e Ghou- lam esterni, Allan, Jorginho e Hamsik a centrocampo ed il trio delle meraviglie, formato da Callejon, Mertens ed Insigne, in attacco. Al Napoli, in uno scontro diretto giocato fuori casa, andrebbe bene an- che un pareggio che lascerebbe in ogni caso gli azzurri in testa alla classifica, anche in caso di vittoria della Juventus e dell'Inter. Ma le squadre di Sarri non fanno mai calcoli di questo genere. Si scende in campo per puntare, come sempre, alla vittoria, senza curarsi par- ticolarmente della forza e dello spes- sore dell'avversario di turno.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA