Napoli-Inter: si giocherà?

COPPA ITALIA/Il caos continua mentre i due allenatori lavorano alla semifinale



NAPOLI. Napoli-Inter si gioca? Forse sì, forse no. Tutto si deciderà domani nell'assemblea straordinaria di Lega, ma la proposta del Napoli - rinviare il ritorno delle due semifinali di Coppa Italia a maggio e utilizzare questa settimana per recuperare buona parte delle partite di campionato non disputate, restituendo così quasi del tutto regolarità del campionato - non sembra aver trovato il sostegno degli organi decisionali del calcio. Gli azzurri non sanno ancora neppure se domenica dovranno andare a giocare a Verona o se invece toccherà loro riposare. Se la decisione dell' assemblea di Lega sarà di rinviare la ventisettesima giornata a maggio e di utilizzare il prossimo fine settimana per recuperare le sei gare dell'ultimo turno non giocate (rimarrebbero poi da disputare anche le quattro partite della venticinquesima giornata) agli azzurri toccherà, dopo aver affrontato l'Inter in Coppa Italia, star fermi fino a sabato 14 marzo quando, alle ore 18, è in programma Napoli-Spal.La società è in attesa degli eventi e non ha fatto trapelare ulteriori sue posizioni dopo quella espressa domenica. Il caos nel calcio italiano in questo momento è tale e tanto che evidentemente non serve alimentare uleriori polemiche. I dirigenti del club azzurro e soprattutto la squadra sono dunque concentrati sulla partita di giovedì che, a quanto se ne sa al momento, si dovrebbe giocare a porte aperte ma senza la presenza sugli spalti di tifosi provenienti dalla Lombar- dia. Se poi per qualche motivo la situazione dovesse ulteriormente cambiare, ci si adatterà alle nuove disposizioni. Giovedì si attende una importante risposta dai tifosi. Lo stadio quasi certamente sarà pieno. Fino a ora sono stati venduti 40 mila biglietti ed è molto probabile che con la certezza della disputa della partita ne saranno acquistati almeno altri 10 mila. La sfida all'Inter, soprattutto dopo il successo nella gara d'andata a San Siro, è molto sentita dalla tifoseria che già pregusta la qualificazione alla finale di Coppa Italia.Peroprio per preparare al meglio il match con i nerazzurri, Gattuso vuole a tutti i costi isolare la squadra dal clima di polemiche e di veleni che sta caratterizzando il calcio. A Castel Volturno la squa- dra si è allenata in mattinata. Hanno svolto lavoro in palestra e in campo Malcuit e Koulibaly, solo in palestra Milik, Llorente e Younes. Una ventata di ottimismo su tutta la squadra è arrivata con le notizie positive sul fronte del rinnovo del contratto di Dries Mertens. L'incon- tro di domenica tra il calciatore e il presidente De Laurentiis ha gettato le basi per un accordo per altri due anni che potrebbe essere sottoscritto a breve tra le parti. Mertens è deciso a giocare ancora in maglia azzurra e a chiudere a Napoli la sua carriera di calciatore. Non si esclude che il belga possa anche pensare di rimanere in società, a conclusione del contratto, con un ruolo dirigenziale.