Napoli, ti resta l’Europa

LA SCONFITTA/UNICO OBIETTIVO STAGIONALE DOPO IL KO CON LA JUVE



NAPOLI. Addio al campionato. Ora è il momento di pensare all’Europa League. Il Napoli non ha neppure il tempo di leccarsi le ferite per la sconfitta con la Juventus che già incombe un impegno ben più importante e delicato. Giovedì sera al San Paolo si gioca la gara d’andata degli ottavi di finale di Europa League. Di fronte agli azzurri ci sarà il Salisburgo, una squadra insidiosa, lo scorso anno capace di farsi largo nella stessa competizione fino alla semifinale. Gli austriaci sono un po’ la Juventus d’Austria, guidano il campionato con amplissimo margine sulla seconda in classifica e non hanno problemi ad arrivare fino al tra- guardo. Ancelotti ieri ha fatto riprendere gli allenamenti a Castel Volturno. La squadra si è divisa in due gruppi. Lavoro di scarico per chi ha giocato dall’inizio contro la Juventus. Gli altri uomini della rosa sono stati impegnati nel torello e poi in una seduta finalizzata al possesso palla. Chiusura con partitina a campo ridotto con il pallone ufficiale della Europa League. Insomma lavoro normale, quello tradizionale a inizio settimana prima di un impegno europeo. L’allenatore è molto concentrato sulla preparazione tattica della gara. Molto importante, però, sarà arrivare a giovedì avendo eliminato tutte le scorie che la gara di domenica con i campioni d’Italia avrà sicuramente lasciato nella testa dei suoi giocatori. Il morale di alcuni è sotto i tacchi per ciò che è accaduto contro la Juve. Malcuit e Meret, ad esempio, si sentono sicuramente un po’ responsabili per la sconfitta. Il francese per aver de- terminato con il suo avventato retropassaggio il fallo del portiere su Ronaldo, la conseguente espulsione e la rete su punizione di Pjanic. Per non parlare di Lorenzo Insigne che ha avuto tra i piedi dal dischetto il pallone del pareggio e che ha sprecato l’occasione colpendo il palo. Le lacrime a fine gara dell’attaccante hanno commosso i tifosi con i quali Insigne si è scu- sato, così come con i compagni di squadra. Il pareggio con i bianconeri sarebbe servito sol-

tanto a a dare soddisfazione ai tifosi, ma nella sostanza nulla sarebbe cambiato. La Juventus, anche se bloccata sul pari, sarebbe stata troppo lontana in classifica per poter continuare a sognare. Ben diversa è l’occasione che si presenta agli azzurri giovedì sera. L’Europa League è un traguardo pienamente a portata di mano e tutti dovranno darsi una mano e impegnarsi per superare innanzitutto l’ostacolo Salisburgo. La partita con la Juventus è destinata a rimanere un ricordo amaro, ma la stagione del Napoli entra nel vivo solo ora. C’è tempo e spazio per tentare di compiere una grande impresa. MERTENS - Un 2019 da dimenticare, almeno per quanto riguarda il rappoto con il gol: Dries Mertens, autore di ben 101 gol con la maglia del Napoli, non è ancora riuscito a trovare la via della rete nel nuovo anno. Un digiuno che dura dallo scorso 29 dicembre - quando realizzò il 3-2 che permise alla squadra di Ancelotti di avere la meglio in campionato sul Bologna - e che l’attaccante belga analizza così: “Giochiamo in maniera diversa, facciamo tanti cross e non è che sono Crouch. Stiamo facendo un altro gioco e io sto cercando il mio lavoro, provo a dare tutto”, le sue parole. Mertens non nasconde poi l’amarezza per la sconfitta contro la Juventus al San Paolo, arrivata al termine di una gara rocambolesca con tanto di calcio di rigore fallito da Insigne nel finale: “Siamo delusi perché dopo il rosso a Meret e il 2-0 tutti hanno pensato che avremmo perso, ma la squadra ha dato tutto. Qua non puoi perdere”, ha ammesso Mertens. Mertens che continua ad avere fiducia sulle qualità della squadra azzurra nonostante il ko con la Juve e il distacco dalla vetta occupata proprio dai bianconeri: “Non penso ci manchi qualcosa, abbiamo fatto noi la partita. Siamo stati sfortunati, ma dobbiamo continuare a dare tutto”, ha concluso il calciatore del Napoli. L’attaccante belga fino a questo momento della stagione ha collezionato 32 presenze con la maglia del Napoli tra tutte le competizioni, impreziosite da 11 gol e 8 assist.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA