NBA/LeBron lascia Cleveland e sbarca ad Hollywood



NEW YORK. Il re non c’è più. I Cleveland Cavaliers salutano LeBron James, fuoriclasse assoluto della Nba, il genio sotto canestro che li ha trascinati a quattro finali consecutive nel grande basket, vincendo l’Anello nel 2016.

Dalla prossima stagione, James vestirà infatti la maglia gialloviola dei Los Angeles Lakers, e intascherà una somma principesca, 154 milioni di dollari in quattro anni.

La notizia era nell’aria da giorni e lunedì è stata ufficializzata dagli stessi Cavaliers, non senza rammarico e qualche interrogativo sui piani futuri, privi di una stella di prima grandezza difficilmente sostituibile.

L’ormai ex n.23 dei Cavs, considerato il più grande giocatore di sempre, si è affidato a un brevissimo post su Instagram per annunciare l’addio ai suoi tifosi: “Grazie Northeast Ohio per quattro stagioni incredibili. Questa rimarrà sempre casa” e, a conferma del legame speciale con questa città e la sua gente, il campione ha confermato in un altro post che continuerà a finanziare le borse di studio per i migliori allievi dell’università di Akron, la sua città.

Il team, intanto, ha annunciato che ritirerà la sua maglia.

È un addio sportivo, ma non solo, quindi. LeBron lascia il club del suo cuore, quello nel quale si è preso le maggiori soddisfazioni senza dubbio, ma qui c’è anche un pezzo della sua vita e della sua anima. Porta la sua firma infatti il ritorno dei Cavaliers al successo nelle Nba Finals avvenuto nel 2016, il primo e finora unico nella storia del club. Ormai nessuno ci credeva più, Cleveland pareva spenta e tagliata fuori dalla storia cestistica americana, parcheggiata ai margini del successo.

Poi i canestri di Lebron, la sua capacità di trascinare i compagni, l’autorevolezza del suo carisma, le giocate spettacolari hanno creato orgoglio e consapevolezza, e Cleveland è diventata centrale nel firmamento del basket americano.

È la seconda volta che la superstar del basket lascia i Cavaliers che lo scelsero all’inizio della sua carriera professionistica. Il quattro volte Mvp (miglior giocatore del torneo), tre volte Mvp delle Finals, 14 volte All Star e due volte medaglia d’oro olimpica, con tre anelli NBA conquistati (due con i Miami Heat e uno due anni fa con i Cavs) dal 2010 al 2014 giocò con i Miami Heat, per poi tornare a ‘casa’. Ora indosserà la maglia gialloviola che ha reso famosi Chamberlain, Jabbar, Magic Johnson, Shaquille ÒNeal e Kobe Bryant. Alle soglie dei 34 anni, Lebron James comincia la sua seconda vita.