Neymar va sotto i ferri



IL CASO/VINCE IL GIOCATORE, PERDE IL PSG: SI FARÀ SUBITO OPERARE AL PIEDE

PARIGI. Il giallo Neymar che coinvolge ormai Brasile-Parigi e Madrid si infittisce di un altro dettaglio che non farà certo felice la dirigenza del club parigino. Se, infatti, ieri pomeriggio Unai Emery nella conferenza stampa di vigilia della sfida di Coppa di Lega contro l’Olympique Marsiglia aveva smentito categoricamente l’ipotesi rimbalzata dal Brasile di un Neymar pronto ad operarsi per risolvere alla radice la microfrattura al 5° metatarso del piede destro, a rilanciare questa eventualità è stato una persona molto vi- cina al calciatore, il padre del fuoriclasse del PSG. In un’intervista a ESPN Brasil Ney- mar senior ha confermato che il figlio ha scelto di andare sotto i ferri per essere al 100% per i mondiali in Russia, dove Neymar proverà a trascinare il Brasile alla vittoria, dimenticando la tremenda batosta subita nella semifinale del 2014: “Il PSG è già al corrente del fatto che non potrà contare sulle prestazioni di Neymar per le prossime 6-8 settimane”. Secondo il quotidiano brasiliano “Folha de Sao Paulo” l’ultima parola spetterà pro- prio al club francese. Infatti, secondo il giornale c’è una clausola nel contratto di Neymar che prevede che sia il club a decidere i trattamenti medici del giocatore finché è sotto contratto. Ha continuato il padre: “Chi pensa che possa essere in campo contro il Real Madrid è assolutamente fuori strada. Sarebbe troppo il ri- schio di fratturarsi l’intero piede. Mio figlio si opererà, non c’è il benché minimo dubbio. Stiamo solo attendendo di ricevere l’ok da parte del club per capire dove e quando l’operazione avrà luogo, non compete a mio figlio questa decisione. Lui non è un dottore e nemmeno nella nostra famiglia ce ne sono, dunque non è una decisione che possiamo in alcun modo prendere”. L’unica cosa certa è la gravità dell’infortunio, visto che è stata evidenziata una frattura del quinto metatarso, infortunio per il quale si ipotizza un lungo stop (circa due mesi). Non è ancora deciso dove e chi interverrà sull’arto destro del giocatore. L’intervento chirurgico sarebbe simile a quello del giovane attaccante brasiliano Gabriel Jesus, che gioca nel Manchester City e che ha rimediato una frattura nello stesso punto. Un primo esame radiografico, effettuato domenica sera dopo la partita, aveva escluso fratture; lunedì, dopo un ulteriore controllo, a Neymar è stata diagnostica la frattura. In ogni caso, si tratta di una tegola anche per il Paris Saint-Germain, che ha già di fatto messo le mani sulla Ligue 1, ma deve affrontare il ritorno degli ottavi di finale di Champions, contro il Real Madrid, vittorioso all’andata per 3-1. Il match è in programma martedì 6 marzo nel Parco dei Principi. E, secondo l’allenatore dei parigini, Unai Emery, per quella data, Neymar potrebbe anche essere “miracolosamente recuperato”. Il tecnico ha invece smentito seccamente ogni ipotesi di intervento chirurgico, facendo intendere che l’asso brasiliano potrebbe farcela in tempo a recuperare per la sfida ai detentori della Champions, contro i quali il PSG va a caccia di una clamorosa remontada. Neymar, intanto, per evitare guai maggiori, ha deciso di fermarsi e ha escluso la possibilità di rispondere alle convocazioni per le amichevoli contro la Russia e la Germania a fine marzo. Emery, dal canto suo, invece pensa di poterlo recuperare addirittura qualche settimana prima.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA