• Redazione

Niente sepoltura per il killer



ROUEN. "Non vogliamo macchiare l'Islam con quella persona". Con queste parole forti la comunità musulmana di Saint-Etienne-du-Rouvray ha negato la sepoltura ad Adel Kermiche, il 19enne killer che insieme a Abdel Malik Petitjean il 26 luglio hanno preso d'assalto la chiesa della cittadina, dove è stato sgozzato l'86enne padre Jacques Hamel.

"Quello che ha fatto è un gesto impuro. Non vogliamo macchiare l'islam", ha detto Mohammed Karabila, presidente del consiglio regionale islamico della Normandia e direttore della moschea Yahya di Saint-Etienne.

"Non parteciperemo alla toilette mortuaria o alla sepoltura, nel caso in cui venga richiesto dalla famiglia", ha aggiunto, secondo quanto riferisce Le Parisien. E la decisione è condivisa dai musulmani che frequentano la moschea: "Quello che ha fatto questo giovane è terribile, non fa più parte della nostra comunità" è il sentimento comune.

Anche se l'ultima parola su une eventuale sepoltura di Kermiche spetta all'ufficio del sindaco, per la famiglia dell'assassino non sarà facile nemmeno ottenere il permesso per la sepoltura.

Sul fronte delle indagini nell'ambito dell'attacco nella chiesa, un rifugiato siriano e un cugino di uno dei due attentatori si trovano ancora agli arresti, un 19enne è stato incriminato con vari capi d'accusa per terrorismo e le autorità sono a caccia degli eventuali complici dei due killer. Mentre un minore di 16 anni, arrestato in seguito all'attacco, è stato invece rilasciato.

Intanto, si moltiplicano le iniziative di solidarietà della comunità musulmana con i cattolici. Dopo l'appello dei leader dell'Islam ai loro fedeli per recarsi domenica a messa nelle chiese, una veglia è stata organizzata nella parrocchia di Saint-Étienne e nella cattedrale di Rouen dove martedì si svolgeranno i funerali di padre Hamel. Dopo le esequie, la cerimonia di sepoltura del sacerdote ucciso, che non avverrà a Saint-Etienne, "sarà riservata alla sola famiglia" .


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA