Ora siamo più credibili


BANCHE/SODDISFAZIONE GENERALE IN ITALIA DOPO I RISULTATI DEGLI STRESS TEST DELL’EBA

ROMA. Un "cielo più sereno" sul siste- ma bancario italiano ed un settore "più credibile" dopo gli stress test dell'Eba. Esprime soddisfazione l'establishment bancario del Belpaese alla luce dell'esa- me dell'Autorità europea, che ha visto la promozione di quattro istituti italiani su cinque ossia Intesa, Banco, Ubi e Uni- credit mentre Mps, come previsto, è sta- ta bocciata.

"La credibilità delle banche italiane è rafforzata, ma occorre che le istituzioni europee ed italiane lavorino ancora per realizzare più regole comuni per la cor- retta concorrenza per il mercato banca- rio", afferma il presidente dell'Abi, An- tonio Patuelli, sottolineando che "il risul- tato complessivo per le banche europee è sostanzialmente soddisfacente e pure per le banche italiane, che escono dagli stress test per quattro meglio delle atte- se dei mercati e per una con l'approva- zione da parte della Bce di un importante piano di complessivo rafforzamento pa- trimoniale".

Dopo gli stress test "il cielo è più se- reno: il sistema bancario italiano è sicu- ro", aggiunge il presidente di Assopopo- lari, Corrado Sforza Fogliani, evidenzian- do come le Popolari abbiano "un coeffi- ciente patrimoniale medio ben più alto di quello richiesto dalla legge".

Ed esulta il consigliere delegato di In- tesa Sanpaolo, Carlo Messina, dopo che la sua banca si è piazzata tra le top venti in Europa. "Il risultato degli stress test rappresenta un passaggio rilevante per In- tesa Sanpaolo: siamo i più forti in Euro- pa tra le grandi banche in termini di soli- dità patrimoniale ed i nostri coefficienti superano ampiamente le richieste dei re- golatori, anche nello scenario più avver- so", dichiara Messina.

Tutt'altro umore naturalmente in Mpsisultata la peggiore banca del Vecchio Continente. Tuttavia la più antica banca del mondo potrebbe rimettersi in carreg- giata dopo aver ottenuto il via libera al suo piano di risanamento sia dalla Banca Centrale Europea che da Bruxelles per- ché "è pienamente in linea con le regole Ue". Piano che prevede la vendita di tutti i 27,7 miliardi di sofferenze lorde e un aumento di capitale fino a 5 miliardi, ga- rantito da un pool di otto banche d'affari, e che i vertici di Rocca Salimbeni hanno preferito a quello alternativo di Corrado Passera. Parla invece di "ottimismo immotiva- to" dopo gli stress test il Codacons, che sottolinea come i risparmiatori italiani siano sempre "sull'orlo del precipizio" e che "non dimenticano che abbiamo la ban- ca più disastrata d'Europa". E molto critico sull'esame dell'Eba è il Financial Times, avvertendo che l'esito degli stress test "fa poco per ripristinare la fede nelle banche europee". Secondo il quotidiano della City di Londra, infatti, l'esercizio non ha tenuto conto dei rischi che possono scaturire dalla Brexit e da tassi d'interesse negativi e poi non fa nes- sun riferimento a Basilea 4, che prevede un aumento delle soglie patrimoniali per le banche. Inoltre il test, a differenza del- l'esercizio precedente, non prevedeva nemmeno un punteggio minimo per es- sere superato, "facendo nascere il sospet- to che sono state assecondate sensibilità politiche", sottolinea l'Ft.



ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA