Ostia/Aperte le scatole cinesi dei Fasciani: confiscati beni e immobili per 18 milioni


ROMA. Beni per oltre 18 milioni di euro sono stati confiscati al clan Fasciani, uno dei clan attivo a Ostia, quartiere litoraneo di Roma. Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma ha eseguito il decreto di confisca emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale su richiesta della Direzione distrettuale antimafia capitolina.


Le indagini, condotte dagli Gico del Nucleo di polizia economico- finanziaria di Roma, sul patrimonio dei fratelli Carmine e Terenzio Fasciani e dei loro familiari, hanno permesso di accertare come i due avessero accumulato, nel tempo, un ingente quantitativo di beni mobiliari e immobiliari, in parte intestati ai loro familiari, in misura assolutamente sproporzionata rispetto ai redditi lecitamente percepiti.


Gli accertamenti sul patrimonio dei Fasciani erano partiti al termine delle operazioni di polizia "Nuova alba" e "Tramonto" dalle quali era emersa l'operatività dei Fasciani a Ostia e il ruolo preminente nel clan di Carmine e Terenzio, interessati dal provvedimento di confisca.


È emersa anche una rete di prestanome che secondo l'accusa avrebbe costituito un vero e proprio "inquinamento" dell'economia del litorale perchè messi a capo di numerose società operanti nel settore della ristorazione, della panificazione, della gestione distabilimenti balneari e del divertimento notturno (comparti che meglio si prestano al reimpiego dei proventi illeciti), utilizzate come "schermo" per celare il "centro di interessi occulto" facente capo ai Fasciani.


A contribuire alle indagini anche alcuni collaboratori di giustizia. Tra i beni confiscati società e una ditta che si occupavano della gestione di bar, locali, ristoranti, panifici, stabilimenti balneari tutte a Ostia,una decina di immobili, terreni, azioni e conti.


Carmine e Terenzio Fasciani sono stati sottoposti alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per la durata di quattro anni. "Fuori la mafia da Roma. Ringrazio la Gdf e la Dda Roma per l'operazione di oggi. Criminalità non deve inquinare economia litorale. #NonAbbassiamoLoSguardo": questo il commento su Twitter della sindaca di Roma Virginia Raggi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA