Pioli: bisogna vincere e subito

SERIE A/Il tecnico rossonero sprona la squadra in vista del match con il Bologna



MILANO. "Per puntare ai primi quattro posti dobbiamo partire bene, non si può sempre rincorrere. Cominciare bene è fondamentale": Stefano Pioli chiede al suo Milan la vittoria contro il Bologna, per debuttare anche in campionato con il piede giusto ed evitare di lasciare sul campo punti preziosi fin dall'inizio. Quanto accaduto la passata stagione deve essere d'insegnamento. L'ottimo finale di campionato ha risollevato le sorti della squadra rosso-nera ma senza quel gap da recuperare forse avrebbe potuto davvero sognare in grande. Ora il Milan si presenta ai nastri di partenza con la consapevolezza di poter puntare alla Champions League. Il quarto posto non è utopia, basta seguire il motto della stagione coniato dall'allenatore "Mai arrendersi e migliorarsi sempre". Le aspettative sono alte, il mercato ha elettrizzato l'ambiente. E per Pioli deve essere uno stimolo per la squadra: "Se si è alzata l'asticella? Avere pressioni è un privilegio. Vuol dire aver raggiunto certi livelli. Il nostro obiettivo è migliorare la passata stagione. Siamo una squadra che deve essere ambiziosa, siamo il Milan, ma siamo un gruppo molto giovane che ha ampi margini di miglioramento". Contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic, probabilmente davanti a circa mille tifosi "un primo passo importante, ma solo un primo passo", spiega Pioli, il Milan deve replicare l'ottima prova del luglio scorso quando si impose per 5-1. Un precedente che non deve deconcentrare, però, perchè "era il campionato passato, questa sarà un'altra partita. Loro avranno il massimo delle motivazioni ma anche noi". In campo ci sarà ovviamente il leader indiscusso Zlatan Ibrahimovic che affronterà l'amico Mihajlovic. "Spero non ci dia cinque pappine come l'anno scorso", l'auspicio del tecnico serbo alla vigilia. Ma Ibrahimovic, affiancato da Calhanoglu, promette una grande stagione. E contro il Bologna si rivedrà anche Rebic, assente in Europa League perché squalificato. "È un giocatore importantissimo per noi - spiega Pioli - ha qualità, forza fisica, profondità. Completa il nostro reparto offensivo, ha patito il fatto di non poter aver giocato in Europa, è pronto e preparato per dare supporto alla squadra". Sarà concesso uno spezzone di gara probabilmente anche a Tonali e Diaz che debutteranno a San Siro: "Li vedo inseriti bene, sanno cosa fare con il nostro sistema di gioco". Cosa invece che non accade con Paquetà, destinato a lasciare il Milan. "Ha qualche difficoltà per le posizioni che prendiamo in campo - chiarisce l'allenatore - è un giocatore con caratteristiche particolari, vediamo cosa ci dirà il mercato"

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA