• Redazione

Portofino, la piazzetta fa crac


MALTEMPO/NUOVA ONDATA SI ABBATTE SULLA LIGURIA GIÀ MARTORIATA: FERROVIE IN TILT


GENOVA. Liguria ancora in emergenza per le forti piogge che hanno provocato nuovi problemi lungo la costa, resa fragile dal maltempo delle ultime settimane e dalla terribile mareggiata del 29 ottobre.

Danni e paura soprattutto nel Golfo del Tigullio: a Portofino ha ceduto un pezzo della celebre 'piazzetta', a Santa Margherita una frana ha fatto sviare il carrello di un treno regionale, a Rapallo diverse strade sono state allagate a causa degli yacht spiaggiati che bloccano il decorso dei torrenti.

A Portofino,isolata dal 29 ottobre per il crollo di pezzi della strada costiera e raggiungibile solo via mare, ha ceduto un pezzo della famosa 'piazzetta', al centro del borgo. "Durante la notte le forti piogge hanno fatto gonfiare il rio Fondaco che per raggiungere il mare corre sotto il selciato a ciottoli e l' acqua ha sfondato l'antica pavimentazione" ha spiegato il sindaco Mat- teo Viacava. I cedimenti sono in piazza Martiri dell' Olivetta e in via Roma. I militari del Genio stanno provvedendo alla sistemazione.

Problemi anche all'interno del Palazzo Comunale dove gli impiegati hanno asciugato il pavimento allagato. Nella vicina Paraggi, anch'essa isolata, l'acqua ha portato terra e fango sulla strada che era sta-a rimessa in ordine dopo il colpo di mare e ha costretto a lavori supplementari con l'aiuto di una ruspa.

Nella stazione di Santa Margherita, un muro è franato sui binari della ferrovia facendo sviare il carrello di un treno regionale. Tanta paura per circa trenta passeggeri ma nessuna conseguenza fisica. La circolazione ferroviaria è andata in tilt per tutto il giorno ed tornata regolare solo nella serata di ieri. Dopo il cedimento che, dice Rfi, è dovuto alle piogge abbondanti di questi giorni, i trenta passeggeri del treno hanno proseguito il viaggio su un bus messo a disposizione dalle ferrovie. Nello stesso tratto, nei pressi della stazione di Rapallo, il 25 ottobre, ad uscire dai binari era stato un carro cisterna della francese Captrain che trasportava cloroformio: il treno viaggiò per 3,5 km danneggiando la linea su cui sono in corso ancora i lavori di ripristino. Allagamenti nella vicina Rapallo già ferita dalla mareggiata. Il sindaco Carlo Bagnasco ha detto che a causarli sono gli yacht naufragati contro la costa alle foci dei torrenti. Molti i negozi danneggiati. "Gli operatori commerciali hanno subito più danni oggi che il giorno della mareggiata" dice il sindaco.

Intanto, il governatore Toti fa il punto sull'emergenza. "Il Governo è stato veloce, in quanto ha dichiarato lo stato d'emergenza, che non è solo lo stanziamento di soldi ma è anche la possibilità per le regioni di fare alcuni atti importanti. Dopo un'ondata di maltempo come quella che ha investito l'Italia i danni si contano nell'ordine del miliardo e credo che anche la fragilità del territorio si sia dimostrata in modo molto evidente".


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA