Prime grane per il premier


ROMA. La prima uscita pubblica del go- verno e anche le prime grane. Nel giorno della Festa della Repubblica il neopre- mier Giuseppe Conte sfila con la coccar- da tricolore appuntata alla giacca per via Fori imperiali stringendo mani, scattando selfie e usando parole rassicuranti: "E' la Festa di tutti, l'Italia non è corrotta", dice facendo sapere che però ora "dalle parole bisogna passare ai fatti". Ma mentre il go- verno e il presidente del Consiglio si go- dono la tradizionale luna di miele con i cittadini per le strade della capitale che gli regala veri e propri bagni di folla, nel- l'esecutivo scoppia il caso 'Fontana'. Per il leghista e ministro per la Famiglia, fre- sco di giuramento, le "famiglie arcobale- no non esistono", almeno "per legge".

Affermazioni che fanno insorgere il Pd e la comunità Lgbt ma che vengono stop- pate da Matteo Salvini che precisa come questi temi "non siano priorità e non sia- no nel contratto". Insomma, nessuna inten- zione di "rivedere le leggi del passato", assicura il ministro dell'Interno che inve- ce rilancia su sicurezza e immigrazione. E infatti di fronte al primo sbarco di mi- granti da quando guida il Viminale, il lea- der della Lega sceglie di cambiare il pro- gramma del suo tour, oggi, in Sicilia e vira su Pozzallo, sede di un hotspot, assicu- rando sì che "la pacchia per i clandestini è finita" ma anche "la necessità di miglio- rare gli accordi con i Paesi da cui arriva- no".

Tocca al Capo dello Stato, Sergio Mattarella, che dopo aver partecipato alla parata del 2 giugno apre i giardini del Qui- rinale alla città venendo ricambiato da pa- role di riconoscimento e applausi di ap- prezzamento, ricordare come i "valori di libertà, giustizia, uguaglianza siano il fon- damento della nostra società ed i pilastri su cui poggia la costruzione dell'Europa". Un'Europa che in questa giornata parla per bocca del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che dopo le uscite anti-italiane di commissari e stampa este- ra invita la Germania a "non calpestare ladignità dell'Italia".E proprio con Berlino e Parigi si re-gistrano i primi scambi del nuovo Esecu- tivo: Conte ha infatti avuto un "cordiale" colloquio con Angela Merkel, che si è det- ta pronta a "lavorare con il governo ita- liano", e uno scambio di sms con Emma- nuel Macron in attesa del primo incontro al G7 in Canada.Entro mercoledì l'esecutivo, che se- condo Silvio Berlusconi nasce "con una formula inedita e contraddittoria", avrà in- cassato la fiducia del Parlamento e potrà così iniziare a essere operativo ma è già lungo l'elenco dei primi provvedimenti da mettere in campo.Oltre ai temi legati alla questione mi- granti, priorità del leader della Lega, si iniziano a delineare le priorità sul fronte del welfare: il ministro del Lavoro e del- lo Sviluppo economico nonché leader 5Sconferma di voler mettere mano alle pen- sioni sostituendo la legge Fornero con "quota 100", di voler cancellare spesome- tro e gli studi di settore.Nessun riferimento diretto però al red- dito di cittadinanza.Di certo il governo si dovrà occupare anche dell'autonomia regionale, promette la neoministra degli Affari regionali Erika Stefani, minacciando altrimenti la crisi di governo, trovando il presidente della Re- gione Emilia-Romagna ed esponente Pd Bonaccini pronto a sostenere la battaglia. Una sintonia che però è circoscritta per- chè i Dem all'opposizione mettono nel mi- rino la ministra della Difesa Elisabetta Tren- ta, accusata di essere in conflitto d'inte- ressi a causa del suo ruolo in una società "che si occupa di reclutare mercenari - di- cono alcuni senatori Pd - che operano in Medio Oriente".



ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA