“Protagonisti anche in Europa”

LAZIO/Lotito festeggia la Coppa Italia e vuole programmare un futuro di successi



ROMA. Con la Coppa Italia c'è anche la certezza dell'Europa, una festa doppia che la Lazio si è concessa mercoledì notte con l'abbraccio dei tifosi alla squadra a Formello dopo il successo sull'Atalanta e che proseguirà oggi con la possibilità di bissare aprendo i cancelli per l'allenamento di Immobile e compagni. Mentre sui social i tifosi laziali si scatenano negli sfottò ai romanisti, col vanto del quinto trofeo dell'era Lotito (3 Coppe Italia e 2 Supercoppe) a fronte delle delusioni giallorosse di stagione, l'Europa sicura adesso dà la certezza al patron Claudio Lotito di poter programmare un ciclo che possa riportare la Lazio "ad essere protagonista anche nel calcio internazionale", come ribadito mercoledì a caldo e ancora ieri, a Radio Radio. Ripercorrendo concetti da lui sempre espressi, come quello che "la Lazio poteva competere alla pari con tutti, poi nel campo ci sono fattori imponderabili, non sem- pre uno può raccogliere in base alle potenzialità", e quindi tornando a ribadire che "il fatto stesso che abbiamo battuto in modo meritato l'Atalanta, che oggi veleggia verso la Champions, dimostra che noi avevamo la possibilità di raggiungere una posizione diversa da quella che andremo a avere a fine del Campionato stesso". Parole che lasciano intendere come le aspettative sulla stagione erano superiori e per questo secondo molti suonano come una bocciatura al tecnico. "Le cose non sono così scontate", aveva sibilato Simone Inzaghi mercoledì chiudendo la conferenza stampa seguita al match dell'Olimpico parlando del suo futuro, ma ieri Lotito ha tenuto a tranquillizzare: "Nessuno ha messo sulla graticola l'allenatore - chiarisce ora Lotito - il confronto tra la società e l'allenatore è quotidiano, c'è un rapporto di stima e di affetto oltretutto da parte mia. Lo considero un figlioccio, a prescindere dal risultato di ieri, sicuramente alcune partite potevano avere risultato diverso, ma non dipende solo dall'allenatore, dipende da tutta una serie di componenti, la famosa alchimia che produce il risultato". Il patron ieri ha ringraziato anche la componente dei tifosi per il sostegno alla squadra, senza lesinare una risposta piccata alla sindaca Virginia Raggi che chiede alle società il contributo per la sicurezza: "Questo sarà oggetto di confronto perché le società non devo neanche diventare un bancomat per tutti quanti. Io penso che il buon senso nell'amministrazione producagrandi risultati. Altrimenti paga tutto la società".

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA