Quasi 500 vittime in 2 naufragi


MIGRANTI


IL CAIRO. Nuova tragedia nel Mediterraneo. Si temono fino a 350 morti per il capovolgimento di un barcone carico di migranti al largo di Creta e sono 117 i cadaveri per un naufragio davanti alle coste libiche. Davanti all’isola di Creta il barcone su cui erano stipati i migranti ha iniziato ad affondare in acque internazionali 75 miglia a sud del porto di Kalo Limeni mentre stava tentando di far rotta ver- so l’Italia.

La Mezzaluna rossa libica ha riferito di aver rac- colto 117 corpi, tra cui quelli di 70 donne e anche di cinque bambini. Secondo il portavoce della Marina libica, potrebbe trattarsi dei migranti che erano a bordo di un barcone trovato vuoto giove- dì e capovoltosi forse il giorno prima.

Intanto il presidente Mattarella si è recato a Lam- pedusa per inaugurare il Museo della Fiducia e del Dialogo per il Mediterraneo, segno di una “cultura che unisce”, e non ha dimenticato la piccola Fa- vour, la bimba di 9 mesi giunta a Lampedusa da sola: la madre, una giovane del Mali, è morta du- rante la traversata del Canale di Sicilia. La figlia ce l’ha fatta.

“Ma quanti bambini sono morti nel Mediterra- neo? Di quanti uomini e donne non conosciamo la sorte?”, si è chiesto il capo dello Stato, che ha riconosciuto a Lampedusa, porta d’Europa, il pri- mato dell’accoglienza.

“L’Italia e l’Europa sono debitori di riconoscen- za a Lampedusa per le vite salvate, per l’assisten- za, per la prima ospitalità date ai migranti”, ha det- to dopo aver visitato il museo.

Nella foto, cadaveri di migranti rimossi da una spiaggia libica


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA