Quindici morti in Usa, ma Matthew decresce


HAITI/DRAMMA SENZA FINE. ALLARME COLERA. PAPA FRANCESCO: SPERO NELLA SOLIDARIETÀ DELLA COMUNITÀ INTERNAZIONALE


ROMA. Corsa contro il tempo, ad Haiti, per evitare che colera e altre malattie facciano strage. Con l'ini- zio della stagione delle piogge e mentre il numero di morti causati dall'uraga- no Matthew continua ad aumentare, l'Unicef lancia l'allarme sui rischi per i bambini che vivono nelle aree maggiormente colpite.

"Fiumi in piena, acque stagnanti e cadaveri umani e di animali sono un terre- no perfetto per le malattie trasmesse dall'acqua", spiega Marc Vincent, rap- presentante ad Haiti del- l'Agenzia delle Nazioni Unite. "Ogni giorno che passa aumenta la minaccia del colera. Siamo in una corsa contro il tempo per raggiungere questi bambi- ni prima che lo facciano le malattie".

I primi morti di colera, en- demico nell'isola, ci sono già, anche se nessuno sa quanti. E si aggiungono agli oltre 800 provocati dal- l'uragano. Ma anche questo bilancio è provvisorio e ci vorranno giorni o anche settimane perché si arrivi ai dati reali sulle vittime.

Sul dramma di Haiti è in- tervenuto il Papa: "Assicu- ro la mia vicinanza alle po- polazioni ed esprimo fidu- cia nel senso di solidarietà della Comunità internazio- nale, delle istituzioni catto- liche e delle persone di buo- na volontà", ha detto il Pon- tefice prima di recitare l'An- gelus dal sagrato di San Pietro. La Caritas ambrosiana,

che ha già stanziato 25 mila euro per i primi soccorsi, ha lanciato una raccolta fondi che si aggiunge alle inizia- tive umanitarie delle Ong presenti nel Paese, come Oxfam, e di organizzazioni come la Croce Rossa. Pro- prio la Croce Rossa - oltre all'impegno sul fronte della sicurezza alimentare della distribuzione di kit igieni- co-sanitari e per la potabi- lizzazione dell'acqua - ha or- ganizzato un sistema per i 'ricongiungimenti' delle fa- miglie disperse dopo l'ura- gano.

"La Croce Rossa ha messo a disposizione cellu- lari perché le persone si possano mettere in contat-

to con i parenti e segnalare dove sono", racconta al- l'Ansa Mariagiovanna Co- sta, delegata della Croce Rossa italiana ad Haiti.

Sono salite intanto a 15 le vittime negli Stati Uniti dopo il passaggio del ciclo- ne: 5 persone sono morte in North Carolina, quattro in Georgia e sei in Florida. Nelle ultime ore Matthew si è indebolito ed è stato de- classato a tempesta tropi- cale dal National Hurricane Center, ma le autorità e i me- teorologi invitano alla cau- tela anche perché inonda- zioni record si sono regi- strate in North Carolina e migliaia di persone sono state soccorse dopo esse- re rimaste intrappolate nel- le case o nelle macchine.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA