Rinviata udienza Mediaset-Vivendi



Eventuale udienza nel merito il 27 febbraio, Borsa tranquilla

Il giudice del Tribunale di Milano Vincenzo Perozziello ha rinviato al 27 febbraio prossimo per una richiesta di riunificazione le due cause civili con al centro il contenzioso tra Mediaset-Finivest e Vivendi. Se entro quella data le parti non raggiungeranno un accordo relativo alla mediazione inizierà la discussione nel merito del procedimento. La richiesta di rinvio è venuta dai legali di entrambe le parti. Scarse le reazioni della Borsa, con il titolo del Biscione in Piazza Affari e quello del gruppo francese a Parigi in leggero rialzo. Da quanto si è saputo questamattina, in una udienza lampo, le parti hanno ribadito che nel primo procedimento, quello che riguarda il mancato acquisto Premium con una richiesta danni, che comprende anche quelli di immagine e di reputazione, di circa 2 miliardi complessivi è in corso una mediazione. Oggi Fininvest ha chiesto inoltre la riunione di tale causa con quella con cui il Biscione ha chiesto a Vivendi circa 3 miliardi di euro per violazione contrattuale, concorrenza sleale e violazione della legge sul pluralismo televisivo. Questo nuovo capitolo del contenzioso con la società francese era stato annunciato lo scorso giugno in assemblea da Fedele Confalonieri ritenendo che "non sono sul tavolo solo i nostri diritti violati ma anche molti nostri progetti futuri".


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA