Rocco e la burocrazia

FIRENZE/PROGETTO-STADIO: INCONTRO TRA COMMISSO E SINDACO



FIRENZE. Nuovo incontro sulla questione dello stadio tra il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, e il sindaco di Firenze, Dario Nardella.Per il sindaco si è fatto un passo avanti: “Credo di aver dato alla Fiorentina qualche elemento su cui riflettere. Non chiedete a noi di dare subito delle risposte ‘sì o ‘no’. Io credo che Rocco Commisso, verso il quale ho grande stima, ed anche simpatia, essendo un imprenditore debba fare tutte le sue valutazioni. Abbiamo due ruoli diversi e credo che alla fine si possa trovare un punto di incontro. Io sono sempre ottimista, per questo sono disponibile a fare in modo che la Fiorentina possa fare l’investimento giusto nell’interesse della squadra”. Dal canto suo, il presidente della Fiorentina Rocco Commisso era accompagnato dal dg Joe Barone e dall’architetto Casamonti. Ecco le parole del numero uno viola: “Giovedì riparto per l’America: abbiamo parlato con la Sovrintendenza pochi giorni fa. La mia intenzione è quella di fare uno stadio nuovo e a Firenze. Dal primo giorno c’è un rispetto reciproco con la città e con il sin- daco. Io però devo fare ciò che è meglio per la Fiorentina. Voglio avere più opzioni, voglio esaminare il bando e i suoi relativi costi. Oggi l’incontro è stato buono per ragionare di tanti temi, sui quali non voglio andare nello specifico”. I costi e i tempi?

“E’ uno dei temi dei quali abbiamo parlato. A me hanno detto che qui certe cose non si possono fare come negli Stati Uniti. In meno di due anni mi è stato detto che mi verrà data la Mercafir ma non sono sicuro di questo, perché non controllo quell’area”.

Il restyling del Franchi?

“Ho visto il Sovrintendente un po’ più flessibile, voglio capire che cosa si può fare. I miei tre punti non sono cambiati: fast, total control e tempi ragionevoli. Firenze è bellissima ma limitata per i posti che ci sono per fare lo stadio. La Mercafir è un’area buona ma ottimale. Se avessi subito 30-50 ettari potrei iniziare subito ma questo non è possibile. Su cosa è più flessibile Pessina?

“Vediamo... ci rivedremo in futuro con lui ma non ho avuto nulla di scritto. Io voglio più risposte definitive. Qui in Italia ci sono troppi cilindri di potere”. Che dice della vittoria di domenica?

“Mi ha fatto piacere, abbiamo fatto quattro punti nelle ultime due gare. L’Atalanta? Mi aspetto una bella partita. Cutrone? Abbiamo giocato meglio negli ultimi 20' con lui: il povero Chiesa è uscito ma è entrato lui”. Oltre a Rocco Commisso, dopo l’incontro andato in scena que- sta mattina a Palazzo Vecchio ha preso la parola che il sindaco di Firenze Dario Nardella. Ecco le parole del primo cittadino: “E’ stato un buon incontro durato due ore con una serie di domande tecniche del team di Commisso legate al progetto Mercafir. Noi abbiamo cercato di rispondere nel migliore dei modi. Noi continueremo a lavorare nel miglior modo possibile, continueremo a confrontarci per parlare di aspetti come tasse e ricavi commerciali. Noi assieme alla Fiorentina stiamo rispettando tutte le leggi: il presidente Commisso sa che se in futuro dovessero emergere altre opzioni noi siamo pronti a colla- borare. Da sindaco mi interessa che Firenze abbia uno stadio funzionale.

I tempi?

“Vogliamo rispettarli: se non fossimo in grado di rispettarli, siamo pronti a restituire la cauzione al privato. I tempi sono stretti e dobbiamo correre”. Gli altri costi?

“Dal mio punto di vista oggi abbiamo fatto un passo avanti, abbiamo dato alla Fiorentina degli elementi su cui riflettere. Ho grande stima verso Rocco Commisso, che è un imprenditore e deve fare le sue valutazioni: credo che si possa trovare un punto d’incontro. Ecco perché penso che la società viola possa fare un investimento per il bene della squa- dra”.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA