ROMA all'ultimo assalto

LO SPEZIA PAREGGIA AL 90’, MA UN GOL AL 93’ ALLENTA LA PRESSIONE SU FONSECA



DALLO SPEZIA ALLO SPEZIA. La settimana orribile della Roma - dal ko nel derby all’eliminazione dalla coppa Italia compreso il pasticcio sostituzioni, le rese dei conti, i casting dirigenziali - si chiude con la vittoria 4-3 contro la formazione di Italiano. La corsa di Paulo Fonseca verso i suoi giocatori al gol al 93' di Lorenzo Pellegrini che regala i tre punti ai giallo- rossi, è la sintesi dell’ultima settimana della Roma. In una partita fatta di nervi e errori difensivi giallorossi, Borja Mayoral (doppietta), Karsordp ed il gol nel finale di Pellegrini, capitano di giornata vista l’assenza di Dzeko, rispondono alle reti di Piccoli, Farias e Verde, allontanano i venti di crisi e puntellano la panchina di Paulo Fonseca, scricchiolante negli ultimi giorni. Lo Spezia dà filo da torcere all’undici giallorosso e quando Verde, al 45' della ripresa segna il gol del momentaneo 3-3 tutti i fantasmi che aleggiano nello spogliatoio giallorosso sembravano materializzarsi. Una giocata di Peres e la freddezza di Pellegrini li hanno scacciati, portando a casa una vittoria quanto mai pesante. Contro lo Spezia il tecnico giallorosso deve fare i conti con le assenze dello squalificato Mancini, di Pedro, Mkhitaryan, mentre Dzeko è l’escluso di lusso. L’armeno è stato l’ultimo ad alzare bandiera bianca per una noia muscolare, mentre l’assenza del capitano torna a essere un caso: ufficialmente il bosniaco non è stato convocato per una contusione, ma è noto che i rapporti tra lui e Fonseca siano ormai ai minimi storici. Al loro posto il portoghese si affida a Perez e Pellegrini alle spalle di Mayoral. In casa Spezia, Italiano dopo aver espugnato l’Olimpico con le riserve in coppa torna alla squadra titolare con l’unica novità di Estevez al posto di Pobega. Il primo tempo è tutto sommato equilibrato. Parte bene la Roma e al 17' trova il vantaggio con Borja Mayoral su suggerimento di Pellegrini. Lo Spezia non si scompone e dopo nemmeno 7 minuti (24') trova il pari con il giovane Piccoli (costretto poi alla mezzora a lasciare il campo per una noia muscolare), su un pasticcio combinato Smalling- Kumbulla-Pau Lopez. La Roma cerca l’affondo per chiudere la prima frazione in vantaggio e allo scadere del primo tempo ci va vicinissima con Pellegrini. Il raddoppio giallorosso arriva al 7' della ripresa, ancora ad opera di Borja Mayoral e tre minuti dopo arriva il 3-1 di Karsdorp. La gara sembra nelle mani dei giallorossi ma lo Spezia non è domo e al 14' accorcia con Farias che riapre i giochi. La Roma cerca il gol della sicurezza per blindare il risultato e la vittoria e ci va vicina in più di una occasione, con Borja Mayoral, Veretout e Pellegrini, poi il clamoroso errore sottoporta di Carles Peres fa tornare antichi fantasmi. E infatti nel finale, al minuto 45, uno svarione di Smalling consente all’ex di turno Verde di riportare il risultato in parità. La Roma non ci sta e con la forza dei nervi trova il gol della vittoria al 3' minuto di recupero con Pellegrini su assist di Bruno Peres. La Roma gioisce con Fonseca che corre ad abbracciare i suoi ragazzi.

AmericaOggi.us Tutti i diritti riservati

Crea un account
e ottieni contenuti esclusivi e molto altro