Roma, la ‘monnezza’ trionfa



DIVERSE ZONE DELLA CAPITALE INVASE DAI RIFIUTI:AMMINISTRAZIONE ALLA RICERCA DI NUOVI IMPIANTI

ROMA.Ama, Campidoglio e Regione Lazio al lavoro per arginare la crisi sul fronte dei rifiuti a Roma. La raccolta e la pulizia attorno ai cassonetti appare ancora in affanno in diverse zone della Capitale, dove i contenitori per l'immondizia, seppur svuotati, spesso continuano ad essere circondati da cumuli di sacchetti. Criticità si registrano in centro nel quartiere multietnico dell'Esquilino, vicino alla stazione Termini, nel quartiere Prati e anche in viale delle Medaglie d'oro, a due passi da San Pietro.Ad immortalare i cumuli di immondizia in strada sono stati con video e foto gli stessi cittadini. Così, mentre tra gli uffici comunali e regionali ci sono contatti continui per cercare altri impianti nel Lazio dove portare i rifiuti, l'Ama - la municipalizzata che gestisce la pulizia della Capitale - è 'impegnata h24' sul territorio, sia con il monitoraggio, sia con i turni straordinari negli impianti di trattamento meccanico biologico (Tmb) di via Salaria e Rocca Cencia, dove si è lavorato anche ieri. A determinare le situazioni di caos- immondizia nei giorni scorsi è stato un mix di cause contingenti: l'aumento della produzione dei rifiuti cittadina, registrato anche in altre parti d'Italia per una ripresa dei consumi e per un aumento dei flussi turistici; la catena delle festività con i ponti di primavera; e la saturazione di alcuni stabilimenti che accolgono l'immondizia di Roma. Circostanze che hanno messo a dura prova il già fragile sistema di smaltimento della Città Eterna che sconta da anni la carenza di impianti dedicati. "Tutte le situazioni più critiche si stanno progressivamente recuperando per un veloce rientro alla normalità previsto per i prossimi giorni - annuncia l'azienda -. Da gennaio 2018 a ieri sono stati raccolti circa 17mila tonnellate di rifiuti in più, pari al 3% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo dato fotografa l'inaspettata e considerevole impennata nella produzione di materiali scartati". Per ora sarebbe stata confermata la proroga fino a fine anno della possibilità di portare parte dei rifiuti romani in Abruzzo. A segnalare le criticità che ancora si registrano in centro è l'assessore all'Ambiente del I municipio, quello del centro storico, Anna Vincenzoni: "A Prati - spiega - sono arrivati nuovi mezzi comparatori come da noi richiesto e sembra esserci una ripresa nelle strade principali, mentre in quelle secondarie la situazione continua ad essere problematica All'Esquilino la situazione continua ad essere di affanno".


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA