• Redazione

Roma: Pallotta bollente



SERIE A/IL CALO DI RISULTATI FA INFURIARE LA PROPRIETÀ: MONCHI A BOSTON

ROMA. Raddrizzare il presente per salvare il futuro. La crisi di gioco e risultati che sta attraversando la Roma di Di Francesco preoccupa non poco a Trigoria (dove però non è in programma nessun ritiro per la squadra), e allarma anche a Boston dove Pallotta attende proprio in queste ore lo sbarco del ds Monchi per fare il punto della situazione sul tema scouting e studiare le prossime mosse. Il presidente dopo le due sconfitte con Shakhtar Donetsk e Milan è decisamente arrabbiato ma al momento la posizione del tecnico non sarebbe a rischio. Di Francesco però si è preso la responsabilità della flessione e ha ammesso pubblica- mente di sentirsi in discussione, sapendo bene che in assenza di un immediato cambio di rotta la panchina su cui siede comincerebbe pericolosamente a scricchiolare. “Allenare una grande squadra non è mai facile, al di là del fatto che sia la Roma, dove si vive di alti e bassi” aveva confessato l’abruzzese proprio alla vigilia della sfida coi rossoneri, evidenziando poi che “se si sono alternati 14 allenatori negli ultimi 14 anni sicuramente si vede che qualche problema ci sarà stato nella gestione generale, inutile nascondersi dietro un qualcosa di reale”. Insomma, Di Francesco potrebbe finire per essere il 15/o della lista, e il calendario di certo non lo aiuta visto che il prossimo avversario sarà il Napoli al San Paolo e, subito dopo la gara interna con il Torino, arriverà lo Shakhtar all’Olimpico per il ritorno degli ottavi di Champions League. Centrare la permanenza nell’Europa che conta sarebbe un segnale importante, ma è soprattutto la partecipazione alla prossima edizione a premere a Pallotta. Senza i milioni di euro distribuiti dall’Uefa i ricavi di Trigoria tornerebbero in passivo, facendo segnare l’ennesimo rosso di bilancio da ripianare nell’unico modo possibile, ovvero con le plusvalenze derivanti dalle cessioni dei pezzi migliori in rosa, a cominciare da Alisson. Di questo e di come affrontare il futuro parleranno Pallotta e Monchi, mettendo sul tavolo gli scenari ipotizzabili al momento. Il primo è quello ideale, con la Roma qualificata in Champions il pros- simo anno e capace anche di accedere ai quarti della massima competizione continentale. Così facendo Di Francesco si garantirebbe la conferma e i soldi in cassa non mancherebbero (magari con l’aggiunta di quelli provenienti dal nuovo main sponsor), permettendo a Monchi di agire con libertà sul mercato. La seconda ipotesi è simile: Roma tra le prime quattro in campionato ma eliminata negli ottavi dallo Shakhtar. L’ultimo è il quadro peggiore, quello che nessuno si augura, con la Roma ko con gli ucraini e poi quinta (o peggio), quindi fuori dalla Champions. Un finale di stagione che porterebbe alla rivoluzione. L’ennesima a Trigoria.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA