Roma quanto basta


Corsa scudetto/Esordio incerto, ma un calcio da fermo risolve i problemi a Di Francesco


ALLA ROMA BASTANO ordine tattico e cini- smo da big, l’Atalanta sbatte contro una squadra della Capitale nel secondo avvio di campionato di fila e soprattutto contro una certa frenesia. Di Fran- cesco batte Gasperini 1-0 in quella che in Italia viene considerata l’ora dell’apericena della serie A, dopo avergli concesso il possesso palla e le chances dei grandi rimpianti. Una vittoria buon viatico per il nuovo tecnico giallorosso, dopo l’estate dei dubbi e delle sconditte in amichevole, per la quale deve ringraziare l’ex laziale Kolarov, rompighiaccio e risolutore con una punizione del match tra l’aspirante outsider-bis e una delle pa- pabili per la rottura del monologo Juve in quota scudetto.

La partita si avvia su ritmi abbastanza tranquil- li, almeno fino al botta e risposta Gomez-Dzeko fra 3' e 4': l’argentino di casa dribbla Manolas - recu- pero di Freuler su Strootman dopo il rinvio corto del mastino greco - per sferrare un destro da fuori su cui Alisson si esibisce in tuffo plastico; di là Dzeko allarga troppo il diagonale mancino dal lato sinistro dell’area piccola sul suggerimento in pla- ombella di Strootman dal centrodestra.

Altri tre giri di lancetta e l’allungo di Gosens, sostituto del separato in casa Spinazzola, coglie impreparato Petagna e Nainggolan può spazzare.

Il confronto si cloroformizza fino alle fiammata del 23', con Bruno Peres a cogliere in verticale Defrel che spara dritto sull’esterno della rete. Una sveglia per i padroni di casa, che di lì al 27' ne creano qualcuna: tiro-cross di Gosens alto gettan- do al vento il lavoro del Papu dalla corsia, telefo- nata di Petagna dalla lunga al portiere romanista dopo l’iniziativa di Cristante, sinistro in corsa alza- to dall’accentrato Kurtic sempre su appoggio del compagno col numero 10 e salvataggio di De Ros- si sull’asse Gomez-Petagna.

La chance di passare per l’undici guidato da Di Francesco è comunque in agguato: Masiello entra scomposto su Nainggolan al limite, della punizione si incarica Kolarov che rasoterra la piaz- za nell’angolino (31') grazie anche alla barriera ne- razzurra i cui giocatori, saltando, creano un bucio davanti a Berisha.

L’Atalanta pecca negli inserimenti per vie cen- trali e deve affidarsi sempre alle accelerazioni di Gomez, che al 41' si procura (fallo di Strootman) la punizione a due con Cristante, imboccandola però ad Alisson sul suo palo.

In avvio di ripresa, poco oltre il terzo, Petagna spreca strizzando il destro da dentro l’area dopo avere ottenuto la triangolazione da Freuler. Né Dzeko (rimpallo su Palomino, niente angolo) né Nainggolan (Defrel non ci arriva) riescono a sfrut- tare la linea di fondo tra 7' e 9', Gasperini mette Cornelius per Petagna e al 17' la svettata del dane- se sul tiro dalla bandierina di Gomez viene allonta- nata di testa dall’autore del vantaggio.

Al 24' la deviazione di tacco di Dzeko sulla punizione dslla fascia di Kolarov si spegna sopra la traversa.

I due tecnici cambiano le ali, Ilicic per un Kurtic arretrato in corso d’opera fra le linee ed El Shaa- rawy per Defrel, ma oltre la stoccata centrale dello sloveno al 25' succede poco, a parte lo strappo di Bruno Peres a dieci dal novantesimo (entra Fazio). Ultimo sussulto al 42', quando Freuler spizza il cross dalla mancina di Gomez e Ilicic da due passi coglie il palo alzando la scarpa destra ad Aliss


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA