Senza Titolo



SERIE A/PESSIMA GARA DEI BIANCONERI E IL CAGLIARI ESPUGNA LA DACIA ARENA

IL CAGLIARI mette la freccia a Udine, conquistando un'altra vittoria nella gestione targata Diego Lopez che vale anche il sorpasso in classifica della stessa Udinese. Un'Udinese che fa di nuovo un passo indietro rispetto agli ultimi progressi mostrati in cam- pionato, prima che il nubifragio su Roma e la sosta per le nazionali interrompessero per tre settimane il cammino dei bianconeri friulani. Decisivo un colpo di testa di Joao Pedro che su assist di Faragò sfrutta una colossale dormita della difesa friulana. In avvio l'Udinese fa tanto possesso palla. Il Cagliari cresce alla distanza. Ma i ritmi sono bassi e le occasioni create non bastano a smuovere il risultato dallo 0-0 iniziale, almeno per tutto il primo tempo. La prima occasione è di marca bianconera. Al 9' Barak spara un sinistro da fuori area, Rafael respinge con i pugni e serve un assist a Maxi Lopez. L'attaccante argentino colpisce di tesa ma la palla esce sul fondo. I bianconeri controllano il campo, fanno gioco ma sotto porta non riescono a creare problemi seri alla difesa cagliaritana. Con il passare dei minuti, però, il Cagliari guadagna metri e comincia a chiamare in causa Bizzarri, costringendolo a diverse parate decisive. Al 25' l'estremo difensore friulano si oppone alla prima conclusione di Pavoletti servito da un assist di Ionita su cross di Barella. Al 37' devia il pallone su un tiro-cross di Faragò, quel tanto che basta per togliere la palla dal tap-in già scritto di Joao Pedro. E al 39' si rivela decisivo ancora su una conclusione di Pavoletti. Ma al 10' della ripresa capitola, senza troppe colpe, su Joao Pedro lasciato solo in area sul cross di Faragò, libero di colpire di testa, "dimenticato" da Danilo e Widmer in un momento di totale amnesia. L'Udinese prova subito a rimettere la gara in parità, con un'ottima giocata di Jankto che innesca la conclusione a botta sicura di Maxi Lopez, respinta da Rafael. L'Udinese insiste ma senza essere mai veramente incisiva, frenata da Rafael nel finale, in uscita su Lasagna lanciato in area da un pericoloso filtrante di Bajic prima che il Cagliari sfiorasse anche il raddoppio con un tiro di Farias, deviato ancora da Bizzarri. L'ultimo sussulto della partita nell'ultimo dei 6 minuti di recupero, quando l'arbitro fa ricorso al Var per rivedere un contatto fuori area tra Bizzarri e Faragò. Le immagini decretano l'intervento falloso dell'estremo difensore friulano, sanzionato con il rosso e una punizione dal limite per il Cagliari che si chiude con un nulla di fatto.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA