Si riparte dalla nuova scuola



ACQUASANTATERME (Ascoli Piceno). Ripartire dai bambini, dagli studenti per ricostruire il futuro del Centro Italia colpito dura- mente dal terremoto che ha sconquassato la terra di Marche, Lazio ed Umbria. Questo il messaggio che parte da Acquasanta Terme dove è stata inaugurata a tempo di record (a tre mesi dal primo sisma del 24 ago- sto scorso) una scuola ca- pace di ospitare 140 allievi della materna e della prima- ria che da stamani si ritro- veranno qui per le lezioni.

Il nuovo plesso scola- stico da 800 mq è in legno lamellare, antisismico e ad alta efficienza energetica. Da quiAcquasanta ricomin- cia a vivere.

“La realizzazione della struttura scolastica acquasantana è l’esempio di un’Italia che sa fare quan- do vuole” hanno sottolineato il ministro dell’Istruzio- ne Stefania Giannini e Leti- zia Moratti, presidente del- l’Ubi banca che, insieme alle Misericordie d’Italia, ha do- nato l’opera realizzata da Subissati, azienda che ave- va già costruito un altro edi- ficio scolastico antisismico in provincia di Ascoli, inau- gurato a giugno 2015 a Foli- gnano: una struttura dove i forti terremoti recenti non hanno lasciato alcun segno. “Ricostruire una scuola ad Acquasanta Terme, zona colpita dal terremoto, signi- fica ridare un futuro, una speranza ai bambini, ai loro genitori, agli insegnanti, a tutta la comunità e questo Ubi lo sente come propria missione” ha spiegato la Moratti.

Raggiante Patrizia Palan- ca, dirigente scolastico del- l’Isc di Acquasanta. “Ripar- tiamo da una struttura che sono sicura mi invidieranno tanti miei colleghi di tutta Italia” ha detto prima del taglio del nastro.

Il ministro Giannini, pri- ma di arrivare nell’Ascolano è stata ad Amatrice. Ac- compagnata dal sindaco Sergio Pirozzi ha visitato la sede provvisoria del Liceo Scientifico “Jucci” di Ama- trice realizzata dalla Provin- cia autonoma di Trento. “Questa struttura è bella, pronta e adeguata. Con il sindaco Pirozzi stiamo pro- gettando un’iniziativa mol- to importante per questo li- ceo. Diventerà un liceo a in- dirizzo sportivo e turistico con l’ambizione di avere una vocazione internazio- nale” ha detto il ministro che in serata si è recata anche a Sulmona e Montesilvano dove ha sottolineato che “i 46 milioni arrivati alla Regio- ne Abruzzo per i danni del terremoto sono già una pri- ma risposta alle attese ri- guardanti adeguamento e miglioramento sismico de- gli edifici scolastici”.

All’inaugurazione della nuova scuola di Acquasanta è intervenuto anche il commissario per la ricostruzione Vasco Errani che ha sulle sue spalle gran parte della responsabilità del post terremoto. “Ricostruire meglio ed in

sicurezza affinché in futuro nessuna persona rimanga sotto una pietra a causa del terremoto. Ma tutto questo - ha detto davanti a genitori e ragazzi - riuscirà solo se ci daremo una mano”. E’ quel- lo che auspica anche il ve- scovo di Ascoli Giovanni D’Ercole che, guardando ai bambini di Arquata dirottati nella vicina San Benedetto del Tronto, spera venga loro dedicata la stessa attenzione palesata per i gio- vani studenti di Acquasan- ta.

“Tutto procederà per il meglio se, insieme alle indi- spensabili scuole, in tutti i territori terremotati verran- no costruite quanto prima le case per le famiglie e le chiese”.

Ma secondo il presiden- te della Regione Marche Luca Ceriscioli, le donazio- ni come quella di Acquasan- ta “danno la spinta” alle isti- tuzioni per far partire la parte pubblica della ricostruzione.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA