SOMALIA TERRORISMO


Strage all’hotel dei politici


MOGADISCIO. Gli integralisti islamici so- mali al Shabaab hanno nuovamente attac- cato un albergo nella capitale Mogadiscio provocando decine di morti e feriti. Se- condo la polizia e testimoni sul posto, l'at- tacco è stato compiuto da un commando di almeno tre terroristi. Prima un'autobom- ba è stata lanciata ed è esplosa contro l'in- gresso dell'hotel Ambassador, situato nella centrale via Makkah Almukarramah. Il ka- mikaze è morto e un enorme varco si è aper- to, l'intera facciata è stata gravemente dan- neggiata. Mentre la gente fuggiva in pre- da al panico, altri due jihadisti sono entrati nell'albergo sparando a caso contro chiun- que capitasse loro a tiro e sono riusciti a salire all'ultimo piano. Sul terreno, al loro passaggio, hanno lasciato una quindicina di morti e almeno 40 feriti.

La zona è stata immediatamente isolata e le forze di sicurezza hanno rapidamente predisposto un piano per eliminare il com- mando. Neanche un'ora dopo l'inizio del- l'attacco, l'Agenzia nazionale di informazio- ne e sicurezza somala (Nise) ha riferito che le forze di polizia hanno fatto irruzione met- tendo in sicurezza tre piani dell'albergo e portando in salvo almeno dieci persone. I due terroristi, hanno aggiunto, si sono trin- cerati ai piani alti continuando a sparare.

L'hotel preso d'assalto è frequentato da esponenti del governo somalo e da im- prenditori che vi alloggiano regolarmente. Nel 2015, in febbraio, un altro attacco ave- va colpito un albergo di Mogadiscio, il Central Hotel, provocando 20 morti. Se- condo gli esperti, quello di ieri è stato l'en- nesimo tentativo di destabilizzare il Paese

- peraltro mai pacificato dopo l'intervento militare internazionale che nel 1991 portò alla fine della dittatura di Siad Barre - ad opera dei miliziani integralisti che stanno cercando di formare un fronte comune con lo Stato islamico e i Boko Haram nigeriani.

Nell'ambito di questa guerra tra 'signo- ri della guerra' e bande di trafficanti di ogni tipo, proprio stamane l'esercito somalo ha ucciso la presunta mente del sanguinoso

attacco (148 studenti massacrati) compiu- to sempre dagli Shabaab all'università di Garissa, in Kenya, nell'aprile del 2015. Se- condo la Bbc, Mohamed Kuno stava tran- sitando a bordo di un'auto in un convo- glio con altre 15 persone, nel porto soma- lo di Chisimaio, quando le forze di sicurez- za somale hanno lanciato un attacco ucci- dendo tutti i passeggeri. Tra loro quattro militanti di al-Shabaab, compreso Kuno


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA