Superpotere della Juve


La capolista/Gol e social media: Ronaldo fa crescere i campioni (ma ad Allegri non basta)

TORINO. Gol, vittorie ed emozioni nel 2018 della Juventus, che saluta un anno record scrivendo l’ennesimo capitolo della sua lunga storia di successi. “Possiamo e dobbiamo migliorare in tante piccole cose”, sostiene mister Allegri, che non si accontenta di avere sbaragliato la concorrenza con un girone d’andata perfetto.  In classifica il Napoli insegue a nove punti; l’Inter, terza, addirittura a 14.  Un dominio assoluto verso l’ottavo scudetto consecutivo, con vista sulla Champions, il grande obiettivo del 2019 ormai alle porte. “La strada è ancora lunga”, osserva Cristiano Ronaldo.  L’acquisto del secolo si sta rivelando un affare d’oro per la Juventus. L’attaccante, volato in Portogallo per i nove giorni di vacanza concessi da Allegri, festeggia Capodanno da re dei gol. La doppietta alla Sampdoria, la terza da quando è in Italia dopo quelle a Sassuolo ed Empoli, lo ha lanciato in testa alla classifica dei cannonieri, che vuole vincere come già fatto in Premier e in Liga. I gol segnati sino ad ora in serie A sono 14, molti decisivi. Non è un caso se Allegri lo ha sostituito una sola volta, contro la Fiorentina; e neppure il fatto che nell’unica partita in cui lo aveva portato in panchina, contro l’Atalanta, sia stato costretto a mandarlo in campo per evitare la sconfitta.  C’è la firma di CR7 su una bella fetta dei punti ottenuti nel girone d’andata, ben 53. Nessuno ha mai saputo fare meglio; neppure la stessa Juve, che si era fermata a 52 con Fabio Ca- pello, nel 2005-2006, e con Conte, nel 2013-2014, quando i bianconeri terminano il campionato con 102 punti, nuovo record ora nel mirino di Chiellini e compagni. Un bilancio incredibile anche se si considerano i 101 punti nell’anno solare: per trovare un’altra squadra capace di una simile impresa bisogna tornare indietro di settant’anni e scomodare una leggenda come quella del Grande Torino. Rivalutando le sue vittorie del 1948 con i tre punti, si arriva proprio a quota 101. Per i bianconeri dodici mesi incredibili, dunque, con 32 vittorie, 5 pareggi e una sola sconfitta. Il paragone con le big d’Europa non regge. Nessuna squadra ha raggiunto la tripla cifra, come la Juventus: il Psg si è fermato a 90 punti, il Barcellona a 85, come il Liverpool, il Bayern a 79. Per gli appassionati di numeri e statistiche, insomma, ce n’è abbastanza anche per spiegare i numeri - da record pure quelli - sui social. Il profilo Instagram del club ha raggiunto i venti milioni di followers. Con l’arrivo di Cristiano Ronaldo, lo scorso luglio, l’incremento è stato del 99,57%, con oltre nove milioni di nuovi followers. La Juventus è salita così al quarto posto nella classifica dei club europei più seguiti dai giovani sui social network, subito alle spalle di Real Madrid, Barcellona e Manchester United. A novembre i 55,2 milioni di interazioni generate hanno collocato il profilo della Juventus al primo posto tra tutti i team sportivi, non solo calcistici, del mondo.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA