Un altro bivio per la ROMA



CHAMPIONS/DI FRANCESCO SPERA COL REAL DI SCONFIGGERE LA CRISI DI CAMPIONATO

ROMA. La cerimonia per celebrare l’ingresso di Totti nella ‘Hall of fame’ della Roma farà da antipasto, la portata principale sarà la sfida contro il Real Madrid con in palio il primo posto nel Girone di Champions League, davanti a un Olimpico da tutto esaurito. O quasi. E lì la Roma dovrà dimostrare di avere quella fame che le è mancata più volte in campionato. L’ultimo digiuno dei giallo- rossi, ad esempio, è ancora fresco ed Eusebio Di Francesco non riesce a nascondere la propria amarezza. “La sconfitta di Udine mi ha provocato un fastidio enorme, è mancata quella cattiveria e voglia di vincere che non si comprano al supermercato. È il dispiacere più grande, spesso ricadiamo in questa cosa”. Sotto esame l’allenatore lo è anche da parte del club, col presidente James Pallotta che segue a distanza le oscillazioni della squadra e col ds Monchi che da Trigoria ricorda: “L’intenzione è avere un progetto vincente, ma ha bisogno di tempo per maturare. Tutti i processi vanno portati avanti un passo alla volta”. I prossimi contro Real Madrid e Inter potrebbero essere decisivi per il futuro di Di Francesco che, però, sottolinea di avere “sempre sentito da parte della società grande fiducia”. Insomma, meglio concentrarsi su come affrontare le merengue di Solari. “Roma e Real sono due squadre malate e con problemi in campionato, che però in Champions stanno facendo il proprio percorso - evidenzia l’allenatore -. Sarà una partita ad armi pari sotto questo punto di vista. Abbiamo la possibilità e la fortuna di avere a disposizione da subito una partita importante, nella quale ci possiamo rimettere in discussione per dimostrare di non essere quelli visti a Udine”. Il ko della Dacia Arena è risultato indigesto anche alla tifoseria, decisamente delusa dal rendimento della squadra. “È nor- male siano arrabbiati, nemmeno noi siamo soddisfatti. Mi auguro di essere più contento dopo la sfida di domani in cui promettiamo massimo impegno e serietà - le parole di Di Francesco, che non potrà contare su Lorenzo Pellegrini (lesione di I Gra- do al flessore della coscia destra per il centrocampista) e forse anche di Dzeko (fermatosi nell’allenamento di ieri) -. Bisogna tirare fuori qualcosa in più nei momenti di difficoltà. Ci siamo riusciti in passato”. Difetto che tuttavia secondo Aleksandar Kolarov non impedirà alla Roma di risalire la china. “La Champions è una competizione particolare, ma penso sia un coincidenza la differenza di rendimento tra campionato e coppa. In Serie A stiamo faticando un po’, ma sono certo che alla fine riusciremo a raggiungere l’obiettivo di entrare tra le prime quattro”.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA