Un'interista all'INTER


LA SQUADRA IN CRISI/Pioli: “La mia fede è nerazzurra”. Poi il primo allenamento


MILANO. “Sono veramente contento e orgoglioso. Ma soprattutto carico per iniziare questa avventura. La nostra missione è portare l’Inter nelle posizioni che le competono”. Stefano Pioli, nel suo primo giorno da allenatore ne- razzurro,fissa già gli obiettivi. Non si nasconde, sa che il nono posto in classifica non è abbastanza e promette vittorie attraverso il bel gioco: “Ai tifosi posso solamente dire che conosco la loro passione. L’Inter è una società gloriosa. Vogliamo giocare un calcio piacevole e vincente. La situazione non è quella che compete all’Inter”. Per Pioli allenare la squadra nerazzurra è probabilmente la chiusura di un cerchio, forse addirittura un sogno che si realizza. “Sono cresciuto col coro ‘con Beccalossi e Pasinato vinceremo il campionato’ - rivela a Inter Channel - la mia famiglia è tutta interista. Poi la mia professione mi ha portato altrove ma la fede era quella”. Il Suning ha scelto un tecnico nerazzurro,meticolosoe abituato a prendere le squadre in corsa, per salvare una stagione iniziata malissimo. Pioli non fa drammi per le assenze dei nazionali e apprezza l’atteggiamento che la squadra gli ha dimostrato oggi: “Non ha senso perdere energie su situazioni che non si possono controllare, è importante prendere confidenza con lo staff, ho notato grandi strutture, grande organizzazione. La squadra ha messo grande disponibilità. Siamo l’Inter e abbiamo tutte le possibilità di fare bene”. La prima giornata di Pioli inizia al mattino presto ad attenderlo ad Appiano c’è tutto lo stato generale: Steven Zhang, figlio di Zhang Jin-dong, il nuovo ceo nerazzurro Jun Liu e i dirigenti Zanet- ti,Ausilio e Gardini.Un’immagine forte, di una società che si compatta intorno al nuovo allenatore. Zhang e Liu danno il loro benvenuto a Pioli e si fermano a guardare il primo allenamento. Pioli ha parlato alla squadra, cercando di toccare le corde giuste: serve fiducia, si deve reagire alle difficoltà e recuperare posizioni in classifica. Si è soffermato a chiac- cherare con qualche giocatore, tra cui il capitano Mauro Icardi. Ma l’immagine forse più significativa, è uno scattorubato dal fotografo ufficiale dell’Inter: Pioli si confronta con Gabigol, mentre l’attaccante brasiliano si appoggia alla spalla del tecnico durante lo streaching. Sarà importante vedere come sarà gestito il giocatore. Ad aiutare Pioli nella gestione dello spogliatoio sarà Walter Samuel che dalla prossima settimana si unirà al nuovo staff tecnico nerazzurro. Samuel al momento è in Argentina per la partita di addio di Diego Milito al calcio poi tornerà in Italia e si occuperà soprattutto dei problemi dello spogliatoio. I malumori e l’insoddisfazione di alcuni erano evidenti con Frank De Boer e sono stati probabilmente una delle principali cause del suo esonero.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA