Vincono Terranova e Belpoliti


SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA/ASSEGNATO A WASHINGTON IL PREMIO “THE BRIDGE”


WASHINGTON. Un premio letterario che rappresenta un ‘ponte idealè tra due Paesi amici e due culture, quella italiana e quella americana: è questo il significato del ‘Bridge Award’, consegnato all’ambasciata d’Italia a Washington. “Con questo premio realizziamo un ponte che unisce due Paesi - ha detto l’ambasciatore Armando Varricchio, offrendo un brindisi ai vincitori di questa edizione - tra i quali come abbiamo visto la scorsa settimana c’è un rapporto di amicizia così intenso da poterlo chiamare ‘amore’”. E per esprimere questo amore - ha continuato - “cosa di meglio della lingua italiana, rinnovata e tenuta viva dagli scrittori che ci danno pagine sempre nuove da aprire”. Gli autori italiani, vincitori di questa seconda edizione sono Nadia Terranova per il romanzo “Gli Anni al Contrario”(Einaudi editore) e Marco Bel- politi per il saggio “Primo Levi di Fronte e Profilo”(Guanda Editore). L’onorificenza premia ogni anno due autori italiani e due americani, per un’opera di saggistica ed un romanzo. L’evento, promosso dalla Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura di Washington e in collaborazione con l’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma, la Casa delle Letterature del Comune di Roma, e l’Iniziativa Americana per la Cultura Italiana (Aific), ha chiuso di fatto la XVI Setti- mana della Lingua Italiana nel Mondo. “È una chiusura che simbolicamente vede protagonista proprio la lingua italiana, che anche negli Stati Uniti sta affascinando sempre di più ed uscendo dall’ambito degli specialisti”, ha detto Varricchio, osservando come siano decine di migliaia gli studenti che in Usa studiano la nostra lingua. Ringraziando gli organizzatori dell’evento ed in particolare le fondatrici dell’ AIFIC, Varricchio ha proseguito: “La lingua è una finestra sull’Italia e un mezzo per avvicinarsi al nostro mondo”. “Credo che l’italiano sia una grande lingua europea - ha concluso - e riesca a trasmettere la nostra grande passione, quella di costruire ‘ponti’”. Ad introdurre la serata Angela Tangianu, direttore dell’Istituto italiano di cultura a Washington, che ha sottolineato il “grande onore di presentare la seconda edizione del premio del premio The Bridge, una connessione tra la letteratura italiana e americana, una ulteriore occasione di promozione e conoscenza reciproca delle più recenti pubblicazioni della narrativa e della saggistica”. Alla tavola rotonda che ha seguito la premiazione hanno partecipato gli scrittori Domenico Starnone e Jumpha Lahiri, il professore di studi italiani e italoamericani della Montclair State University, Teresa Fiore e la moderatrice Maria Ida Gaeta,direttrice della casa delle Letterature. I vincitori americani del premio ‘The Bridge’ che verrà consegnato all’ambascia- ta Usa a Roma, sono Eli Gottlieb con ‘Best Boy’ (Liveright) e Margo Jefferson con ‘Negroland. A Memoir’ (Pantheon).


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA