Virginia e Chiara, alleate e rivali


ROMA/APPENDINO VISITA LA SUA COLLEGA RAGGI, IL POSTO ANCI È SULLO SFONDO


ROMA. Nel giorno della visita di Chiara Appendino, alleata di Virginia Raggi ma potenziale rivale per un posto ai vertici dell’Associazione dei Comuni (Anci), la giunta romana M5S prova a uscire dall’angolo in cui é finita in due mesi. Lo fa con una strategia mediatica che combina immagine e sostanza, con i provvedimenti presi e da comunicare meglio. Il gruppo consiliare, maggioranza assoluta con 29 rappresentanti, viene riunito per questo. Ma la foto del giorno é l’incontro in Campidoglio tra la sindaca e la sua collega alter ego M5S di Torino, Appendino, esponente del sereno governo cinquestelle di una metropoli. Per loro foto su un divano a Palazzo Senatorio, dove parlano un’oretta, poi affaccio al balcone sui Fori Imperiali, infine dichiarazione della sindaca piemontese. “È andata molto bene, abbiamo preso un buon caffè e abbiamo parlato soprattutto di città metropolitana e percorsi di collaborazione in ambito culturale”, dice Appendino. A una domanda sulla Raggi risponde: “Non credo che abbia bisogno dei miei consigli. Roma e Torino sono città molto diverse”. Più tardi su Face- book aggiunge: “In caso di bisogno ci siamo l’una per l’altra nel totale rispetto e indipendenza dei rispettivi ruoli. Noi siamo qui per dimostrare che esiste un modo alternativo di amministrare, che passa dalla partecipazione dei cittadini”. “Oggi il sindaco Raggi è del tutto autonomo, a lei oneri e onori”, dice Alessandro Di Battista. Ma nel primo mese ha sbagliato “a non spiegare la situazione grave di Roma”. Appendino e Raggi sono attese alla riunione dell’Anci, ma la sindaca di Torino non si vede, quella di Roma arriva e va via in auto. A ottobre ci sarà l’assemblea dell’associazione con il rinnovo delle cariche e M5S vuole almeno una vicepresidenza, finora appannaggio del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, ora sospeso e a rischio scomunica del Movimento. Favoriti la stessa Appendino e il sindaco di Livorno M5S Filippo Nogarin; difficile che Raggi possa aspirare al ruolo viste le difficoltà che incontra e il malumore di parte dei cinquestelle. Le sindache comunque ne riparleranno, trapela. Raggi appare a sorpresa alla stazione della metropolitana Flaminio, dove sono stati installati impianti per disabili. Posta le foto su Fb e poi va alla riunione del gruppo consiliare M5S su come comunicare meglio quanto viene fatto e che “sembra non interessare i media”, secondo il capogruppo Paolo Ferrara. Ma é possibile che a qualcuno l’attacco alla stampa di Raggi su Fb non sia piaciuto. L’assessore ai Trasporti Linda Meleo invece arriva in un deposito Atac e dice che troppi bus sono fermi perché i manager non pagavano i fornitori di pezzi di ricambio. Restano da nominare assessore al Bilancio, capo e vicecapo di gabinetto del sindaco e vertice di Ama, azienda dei rifiuti. Per il primo ruolo conferma la candidatura il 63/enne economista Nino Galloni, non ostile alle Olimpiadi 2024. A giorni il ‘no’ ufficiale di Raggi ai Giochi. Intanto il presidente Pd della Commissione Sport del Senato Andrea Marcucci chiede alla sindaca di fissare un’audizione dopo quella cancellata quattro giorni fa.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA