"Vuoi migliorare? Lascia la Juve"



IL CASO/IL CONSIGLIO DI DANI ALVES AL COMPAGNO DYBALA INDISPETTISCE I TIFOSI

TORINO. Più che un temporale estivo, una tempesta tropicale. Dani Alves scuote l’ambiente bianconero, aprendo scenari di mercato fino a ieri impensabili. Galeotta è stata l’intervista rilasciata alla tv brasiliana Espor- te Interativo: “Paulo Dybala deve lasciare la Juventus, non so quando, per migliorare. La Joya otterrà buoni frutti - sono le parole incriminate del brasiliano - ma dovrà sfidare se stesso per poter ottenere risultati migliori”. Un giudizio, quello dell’ex Barcellona, che rischia di incrinare il rapporto tra la Juventus e il brasiliano, che potrebbe interrompersi prima della fine natu- rale del contratto, fissata a giugno del prossimo anno. Le sirene inglesi riecheggiano nella testa del brasiliano, protagonista nella fase calda della Champions League con gol e assist a raffica. “In Inghilterra c’è grande cultura difensiva” ha aggiunto, lasciando aperta la porta ad un suo approdo nel Regno Unito: “Io in Premier? Chissà, staremo a vedere”. Difficile invece pensare a colori diversi dal bianconero per Dybala, almeno a breve termine: fresco di rinnovo fino al 2022, la Joya farà sognare a lungo i tifosi della Juventus, che nelle ulti-me ore hanno preso d’assalto il profilo Instagram di Alves, accusandolo di “alto tradimento”. Le polemiche non tolgono il sonno agli uomini mercato della Juventus. In attesa dell’ufficialità di Schick, accordo raggiunto con la Sampdoria e con il giocatore ora agli Europei Under 21, Marotta lavora per regalare Douglas Costa ad Allegri. Dopo aver convinto il giocatore, ai margini del Bayern di Ancelotti ma valutato oltre 40 milioni di euro, i bianconeri cercano l’intesa con i bavaresi. L’assalto finale la prossima settimana. Ancora in stallo la trattativa col Siviglia per N’Zonzi, con gli spagnoli che insistono nel chiedere i 40 milioni della clausola rescissoria, si guarda anche al dopo Buffon. L’ex Roma Szczsny è in pugno, ma con Donnarumma che ha annunciato l’addio al Milan qualcosa nelle strategie bianconere potrebbe cambiare. Non a caso ha vinto lo scudetto e ieri sera a Noceto (Parma) ha giocato la finale di Coppa Italia contro il Brescia - che non ha però legami diretti con il maschile -, ma dalla Serie B sono state promosse Sassuolo ed Empoli Ladies, più il Valpolicella che gioca con le maglie del Chievo. Anche la Juventus, ex Cuneo: difficile pensare che possa accontentarsi della salvezza.


ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA